Covid-19 nel vecchio ospedale di Ariano, via ai lavori: Frangipane autonomo

LUNEDÌ IN CANTIERE LA NUOVA SUBINTENSIVA E AREA DEGENZA CORONAVIRUS. L'Azienda Sanitaria ha annunciato dal 22 giugno l'allestimento di 10 posti letto di Subintensiva e 16 posti letto di degenza ordinaria: «L'ospedale entro 60 giorni avrà Terapia Intensiva, Subintensiva e ordinaria autonome per i pazienti Covid 19, con un accesso indipendente all'interno dell'ospedale»

L'accesso al presidio ospedaliero dell'Asl di Avellino ad Ariano "Sant'Ottone Frangipane"

Reparto Covid-19 nel vecchio ospedale di Ariano, mentre al Frangipane il pronto soccorso si sdoppia con ingresso indipendente e 4 posti letto di osservazione breve. È pronto il piano che riporta a maggio il presidio ospedaliero alla normalità, pur potenziando ulteriormente i servizi per l’emergenza coronavirus.

La manager dell’Asl Avellino, Maria Morgante

LUNEDÌ PARTONO I LAVORI PER LA NUOVA SUBINTENSIVA E AREA DEGENZA COVID 19. L’Asl di Avellino ha comunicato che partiranno lunedì i lavori per la nuova Area Covid al terzo piano del Corpo A (Ala vecchia) del P.O. “Frangipane” di Ariano Irpino.
L’Azienda ha già avviato lo scorso 12 maggio i lavori per la realizzazione dei 7 posti letto di Terapia Intensiva Covid, che termineranno entro 3 settimane; per quanto riguarda la Area Covid, composta da 10 posti letto di Subintensiva e 16 posti letto di degenza ordinaria, i lavori partiranno il prossimo 22 giugno per terminare entro 60 giorni dalla data di inizio. Grazie a questo intervento il P.O. di Ariano Irpino avrà un’area composta da Terapia Intensiva, Subintensiva e ordinaria, completamente autonoma e dedicata ai pazienti Covid 19, con un accesso indipendente all’interno dell’ospedale.

Angelo Frieri, Direttore sanitario dei presìdi ospedalieri dell’Asl ad Ariano Irpino (Frangipane), Sant’Angelo dei Lombardi (Criscuoli) e della Struttura Polifunzionale della Salute di Bisaccia (Di Guglielmo)

IL 16 APRILE IL SOPRALLUOGO DECISIVO PER IL RIASSETTO OSPEDALIERO. Lo scorso 16 aprile il sopralluogo tecnico dei vertici dell’Asl di Avellino al vecchio edificio del Frangipane (costruito prima del terremoto del 1980 per destinare i locali a reparto Covid-19), è servito per formalizzare il programma, che oggi prende corpo. Il Direttore Generale dell’Asl, Maria Morgante, accompagnata dal direttore sanitario del Frangipane Angelo Frieri e dall’ingegnere Filippone dell’ufficio Tecnico nell’occasione visionarono i locali della vecchia struttura per mettere a punto gli interventi di adeguamento necessari ad ospitare i pazienti di Covid-19 nel vecchio ospedale di Ariano e restituire il primo e il quarto piano del plesso alle ordinarie unità operative. Si tratta di un passo determinante per il Sant’Ottone Frangipane, dopo settimane di intenso lavoro per fronteggiare l’emergenza sanitaria e gli arrivi dei pazienti da tutta la regione. «L’obiettivo è liberare i posti letto per consentire il ripristino della normale attività dei reparti: il primo e il quarto piano saranno restituiti alle unità di medicina generale, cardiologia, lungodegenza e neurologia», spiegò dopo il briefing il direttore sanitario Angelo Frieri. Si dà attuazione all’opzione avanzata nelle scorse settimane dai medici del Frangipane, che avevano indicato la possibilità di utilizzare il vecchio edificio per ricoverare i pazienti Covid-19 e adeguare un ingresso indipendente.

L’ingresso all’ospedale Sant’Ottone Frangipane di Ariano Irpino

UN PRONTO SOCCORSO SEPARATO PER IL COVID-19: OSSERVAZIONE BREVE CON 4 POSTI LETTO. Il riassetto ospedaliero ad Ariano è stato pensato con il Pronto soccorso separato. Il direttore sanitario del presidio Angelo Frieri dispose fin da allora l’allestimento di 4 posti letto di osservazione breve in una zona esclusivamente destinata ai pazienti Covid. Con l’adeguamento del vecchio edificio del Frangipane costruito prima del terremoto del 1980, la strategia in atto dai mesi scorsi stabilisce una migliore organizzazione dell’accesso al pronto soccorso, già filtrato dal pre triage esterno. «Ho organizzato all’interno del pronto soccorso una zona dedicata ai pazienti Covid in modo da non avere nessuna interferenza con i pazienti ordinari- non Covid» spiega Frieri. «I 4 posti di osservazione breve intendono tutelare l’intera struttura e migliorare il servizio al cittadino». Fortunatamente oggi il contagio è sotto controllo da tempo nella città di Ariano Irpino, dove l’allarme di marzo e aprile è rientrato progressivamente tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, dopo l’ultimo screening di massa e l’individuazione degli ultimi asintomatici.


LEGGI ANCHE:

‘Campania pronta al ritorno del coronavirus’, De Luca: l’epidemia c’è

Terapia intensiva e assunzioni in Campania per Covid-19. Nel Piano 800 posti letto e un concorso regionale

Positivi al coronavirus in Irpinia 423. Aggiornamento dell’Unità di crisi: 148 guariti in Campania in 24 ore

Percorso Rosa riattivato ad Ariano nel presidio Asl ‘Frangipane’

ARTICOLI CORRELATI