L'accesso al presidio ospedaliero dell'Asl di Avellino ad Ariano "Sant'Ottone Frangipane"

Con il potenziamento della terapia intensiva all’ospedale di Ariano Irpino Sant’Ottone Frangipane, ora l’Asl apre anche un Reparto Covid-19 con 23 posti letto. Dopo aver attivato 7 posti letto di Terapia Intensiva COVID-19 ieri sera presso il presidio arianese con il ricovero di un primo paziente nella giornata di ieri, «è stata attivata presso l’Ospedale di Ariano Irpino un’Area COVID 19 medica non intensiva, dotata di n. 32 posti letto già attivi dalla data odierna».

RIORGANIZZATO IL PERSONALE: IL FRANGIPANE OSPEDALE DI RIFERIMENTO PER LA CURA DEL COVID-19 IN IRPINIA. L’Asl Avellino fa sapere che per fra fronte all’Emergenza «verrà utilizzato il personale medico e sanitario impiegato nei reparti di Lungodegenza, Medicina Generale e Neurologia, nei quali i ricoveri sono sospesi». Ai pazienti Covid verrà così garantito «un percorso riservato di accesso e un’Area dedicata per fra fronte al mutato contesto epidemiologico e sanitario, legato all’Emergenza COVID-19, che vede nel P.O. di Ariano un punto nevralgico di diagnosi e cura in Irpinia».

IL PLAUSO DELL’AZIENDA AL PERSONALE E ALLA DE MATTEIS AGROALIMENTARE PER LA DONAZIONE: SARANNO ACQUISTATI 4 VENTILATORI POLMONARI. L’Azienda Sanitaria Locale rivolge attraverso un comunicato diffuso nel pomeriggio «un particolare plauso e ringraziamento a tutto il personale sanitario, tecnico e amministrativo che in queste ore sta lavorando affinché il P.O. venga attrezzato al meglio per far fronte all’Emergenza COVID-19». Nello stesso tempo, l’«ASL di Avellino vuole esprimere il proprio ringraziamento nei confronti della De Matteis Agroalimentare SPA, che ha deciso di donare una cospicua somma di denaro, che ha consentito all’Azienda di acquistare 4 ventilatori polmonari per il P.O. ‘Frangipane’ di Ariano Irpino». I dispositivi verranno consegnati all’U.O.C. Anestesia e Rianimazione del Presidio Ospedaliero nei primi giorni della settimana prossima.

Angelo Frieri, Direttore sanitario dei presìdi ospedalieri dell’Asl ad Ariano Irpino (Frangipane), Sant’Angelo dei Lombardi (Criscuoli) e della Struttura Polifunzionale della Salute di Bisaccia (Di Guglielmo)

LA RIQUALIFICAZIONE INTERNA DEL FRANGIPANE DI ARIANO IRPINO. L’annuncio da parte della Direzione Generale dell’Asl arriva mentre sono in corso i lavori di potenziamento e riassetto del presidio ospedaliero Sant’Ottone Frangipane, con l’accorpamento di alcuni reparti, l’ottimizzazione dei posti letto e il rafforzamento del personale medico da concentrare nelle unità operative ‘più calde’ in questo momento, utili a fronteggiare l’emergenza del contagio da Coronavirus.

DA IERI SERA ATTIVI I POSTI LETTO DI TERAPIA INTENSIVA. L’Asl di Avellino ha attivato 7 nuovi posti di terapia intensiva all’ospedale di Ariano Irpino, tutti dedicati a pazienti COVID-19. Al P.O. ‘Frangipane’ di Ariano Irpino ora si è in attesa ad horas della fornitura da parte della Regione Campania di attrezzature necessarie, in particolare ventilatori polmonari, destinate alla Terapia Intensiva e Sub Intensiva, che consentiranno di allestire altri 15 posti letto entro la settimana prossima. Complessivamente si arriverà, a conclusione dei lavori in corso a 32 posti di degenza per affetti da coronavirus».

L’Asl di Avellino. Nella foto gli uffici direzionali di via degli Imbimbo nel capoluogo irpino

L’ASL STA RIORGANIZZANDO LA RETE DEI SUOI PRESÌDI. Sotto il coordinamento del Direttore Sanitario Angelo Frieri, l’Azienda Sanitaria sta lavorando per ottimizzare gli spazi disponibili per terapia intensiva ed altri servizi dedicati all’emergenza epidemiologica del Covid-19, preservando l’efficienza nella erogazione di tutti i servizi di assistenza. In questo senso, lunedì partiranno i lavori ormai programmati a Sant’Angelo dei Lombardi, dove il 118 sarà trasferito presso il Comune, nel cuore di Sant’Angelo dei Lombardi, per fare spazio ai posti assegnati di Terapia Intensiva e sub intensiva. Ieri mattina la riunione operativa fra la direzione sanitaria e l’ufficio tecnico del Comune è servita per organizzare le modalità del trasferimento. Il nuovo reparto sarà ubicato nella piazzetta delle emergenze, accanto al pronto soccorso della struttura. Nel frattempo si vaglia la possibilità di utilizzare anche le ex sale operatorie della Struttura Polifunzionale della Salute di Bisaccia.


LEGGI ANCHE:

Emergenza ospedaliera in Irpinia: De Luca potenzia Avellino, i presìdi Asl e riapre Bisaccia

Positivi al coronavirus in Irpinia saliti a 108 con altri 9 casi. Le vittime salgono a 8

Al Criscuoli arriva la terapia intensiva, lunedì i lavori. Il 118 andrà al Comune

“Bisaccia è pronta a riaprire l’ospedale”, il Sindaco: struttura per l’Irpinia

 

ARTICOLI CORRELATI