Nuove stazioni per l’Avellino Rocchetta. D’Amelio: via ai bandi

SI QUALIFICA LA FERROVIA TURISTICA DEI CASTELLI E DEL VINO. La Giunta regionale ha approvato il protocollo d'intesa tra Regione Campania, Rete ferroviaria italiana, Fondazione Fs Italiane, Fs Sistemi urbani e Acamir per il rifacimento delle stazioni. La Presidente del Consiglio Regionale della Campania: «All’agenzia Acamir il compito di bandire il concorso d’idee»

L’accoglienza del treno turistico nella stazione Rocchetta Sant’Antonio-Lacedonia

Andranno in cantiere nei prossimi mesi le Nuove stazioni per l’Avellino Rocchetta, la linea ferroviaria storica, recentemente riattivata per scopi turistici.  Lo fa sapere in una nota la Presidente del Consiglio Regionale Rosa D’Amelio, annunciando la «fase due» per il programma di rilancio della tratta. alla luce dell’impegno sancito dalla Giunta Regionale della Campania. «Ancora un passo in avanti verso il definitivo recupero e la valorizzazione della linea ferroviaria turistica Avellino-Lioni-Rocchetta Sant’Antonio. La Giunta regionale ha infatti approvato il protocollo d’intesa tra Regione Campania, Rete ferroviaria italiana, Fondazione Fs Italiane, Fs Sistemi urbani e Acamir per il rifacimento delle stazioni», afferma in un comunicato la presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio, che ricorda il percorso.

Rosetta D’Amelio

UN PERCORSO INIZIATO DUE ANNI FA. «Subito dopo la riapertura totale della storica ferrovia, avvenuta nel maggio 2018, avevo assunto l’impegno alla presenza dei sindaci dei Comuni interessati dalla tratta, assieme al vicepresidente Fulvio Bonavitacola e al consigliere delegato ai Trasporti Luca Cascone, di dare seguito all’investimento compiuto intervenendo sulle principali stazioni ferroviarie, inutilizzate da tempo e inadeguate ad accogliere passeggeri e visitatori», spiega Rosetta D’Amelio.  «Inizia quindi ufficialmente la fase due, nella quale le stazioni ritorneranno a vivere e ad accogliere turisti e appassionati di mobilità dolce, alla scoperta dei paesaggi, della cultura e dell’enogastronomia dei borghi delle aree interne». Per questo motivo, conclude, «a breve l’agenzia regionale Acamir avvierà un concorso di idee, del valore di 400mila euro, per il recupero in chiave turistica delle stazioni ferroviarie lungo le tratte turistiche storiche inserite nel Patto per lo sviluppo». Oltre alle nuove stazioni per l’Avellino Rocchetta, nella nota si segnala che all’interno del programma per la linea ferroviaria Avellino-Rocchetta è previsto un finanziamento anche per la ferrovia turistica del Sannio, la Benevento-Pietrelcina-Boscoredole.


LEGGI ANCHE:

Stazioni dismesse, c’è il bando. Bonavitacola: il Laceno va valorizzato

Il treno del paesaggio Avellino-Rocchetta diventa partenariato

Acca Software e Rfi, il Bim disegna la ferrovia del futuro

ARTICOLI CORRELATI