Il Santuario di Carpignano si eleva a “Basilica Minore”

Pronto il piano di rilancio turistico del sito predisposto dall'amministrazione comunale di Grottaminarda.

Nuovo progetto turistico per la località Carpignano di Grottaminarda. Il piano sarà presentato mercoledi 13 febbraio alle ore 18.00 presso l’hotel Regina di Saba. Ad intervenire il sindaco di Grottaminarda Angelo Cobino, il presidente della provincia Domenico Biancardi e il consigliere provinciale Franco Di Cecilia.

L’ufficio tecnico comunale ha predisposto nuovi progetti di sviluppo turistico del sito dove insiste il Santuario della Madonna SS di Carpignano. Saranno completamente riorganizzati la viabilità e sarò realizzato un nuovo arredo urbano. L’iniziativa fa anche seguito alla richiesta dei Padri Mercedari inoltrata alla Santa Sede di elevazione del luogo a “Basilica Minore”.

Il Pontefice Francesco abbraccia un anziano in occasione della XXVII Giornata del Malato

Il nuovo status rappresenta una denominazione onorifica che concede il Papa tramite il “breve apostolico” (che è un documento pontificio), a edificio religioso di particolare rilievo. I mercedari sono in attesa della comunicazione ufficiale da parte della Santa Sede. Tuttavia, il Comune di Grottaminarda si sta già adoperando per evitare di recepire la premialità in uno stato per così dire da impreparati.

Santuario Maria SS di Carpignano – Grottaminarda

La realizzazione della Chiesa risale all’inizio del Novecento ed è stata quasi interamente ricostruita dopo il sisma del 1980. L’oratorio è impreziosito da uno splendido dipinto su tavola che raffigura la Vergine con il Bambino. Secondo diversi studiosi l’opera risale al 1600. Icona mariana di rara bellezza, molto antica, rappresenta ancora oggi una delle poche rappresentazioni di “Madonne nere”. Alla Chiesa è annesso il convento dei Padri Mercedari.

La Madonna con Bambino di Carpignano

Il luogo, nel 2018 è stato visitato da numerosi pellegrini per il Giubileo Mercedario. L’Ordine della Mercede fu fondato in Spagna nel 1200 da Pietro Nolasco per la redenzione degli schiavi cristiani. Lo spirito del Carisma della Chiesa Cattolica si fonda sulla missione di “salvare i cristiani che si trovano nell’estremo pericolo di perdere la loro fede nelle nuove forme di schiavitù. (Queste, ndr) si trovano là dove si verifica una situazione sociale che comprende le seguenti condizioni: sia oppressiva e degradante per la persona umana; derivi da principi e sistemi opposti al Vangelo; ponga in pericolo la fede dei cristiani; offra la possibilità di aiutare, visitare e redimere le persone che si trovano in tale situazione”. Così dalla descrizione ufficiale dell’Ordine.

Il legame tra Grottaminarda centro e la frazione di Carpignano è lontano nel tempo e si rinnova ogni anno. Un gemellaggio continuo tra le due parrocchie, Carpignano è un importante riferimento per numerosi pellegrini provenienti dall’intera Diocesi di Ariano Irpino Lacedonia e anche da fuori provincia.


LEGGI ANCHE:

Grottaminarda, a Carpignano gli operatori turistici di Basilicata e Campania