Avellino, stop alle auto fino al 21 novembre: esclusi over 65. Ma è caos pullman

IL SINDACO CIAMPI: «IN ARRIVO PIANO PER BUS E NUOVO TERMINAL». Confermata l’ordinanza “antismog” ad Avellino, con il blocco del traffico fino alle 12.30 la mattina e dalle 15 alle 19. Saranno esentati però i guidatori con più di 65 anni e i rilevatori dell'Istat impegnati nel censimento

Confermata l’ordinanza “antismog” ad Avellino, con il blocco del traffico, ma con l’esenzione per gli automobilisti di età pari o superiore ai 65 anni e per i rilevatori dell’Istat, impegnati nel censimento. Lo stop alle auto si intende da lunedì 22 ottobre per trenta giorni consecutivi, festivi inclusi, dalle ore 9 alle 12,30 e dalle ore 15 alle 19 per i motori Diesel 0-1-2-3 e Benzina 0-1-2 nel centro urbano.

Il Sindaco di Avellino, Vincenzo Ciampi, ha annunciato le modifiche nel corso di una conferenza stampa nel pomeriggio. Il divieto di circolazione riguarda tutto il territorio cittadino consolidato, tranne le arterie indicate nell’ordinanza (in allegato, per scaricarla basta cliccare qui).

Il sindaco di Avellino, Vincenzo Ciampi, durante una conferenza stampa

«Ho firmato l’ordinanza con la quale si ordina la limitazione della circolazione dei veicoli per 30 giorni, a partire da lunedì 22 ottobre», aveva fatto sapere il Sindaco di Avellino in un post nella giornata di mercoledì, quando era stata diffusa la prima versione dell’ordinanza. «Le concentrazioni di polveri sottili, purtroppo, continuano a ‘soffocare’ la nostra città», ha proseguito. «Ci sono stati due nuovi sforamenti, adesso siamo a 29, il massimo consentito dalla legge è 35. Ci troviamo in una fase critica. Ottobre, novembre e dicembre sono i mesi più difficili». Per queste ragioni, «chiediamo un sacrificio minimo alla collettività in nome del primario bene della salute pubblica. Il blocco parziale delle auto è un provvedimento tampone. Noi ovviamente lavoriamo a misure di lungo periodo, più sistemiche, come ad esempio un piano antismog che metta insieme provvedimenti di vario genere». E aveva concluso: «Non dimentichiamo, infine, l’obiettivo primario di incentivare i cittadini all’utilizzo dei trasporti pubblici, limitando quanto più possibile l’uso dell’auto privata».

L’autostazione dell’Air nel cuore della futura città direzionale, a ridosso del parco urbano di via Colombo ad Avellino

L’EMERGENZA DELLE POLVERI SOTTILI. Il dispositivo non servirà comunque ad invertire i dati sulle polveri sottili. Nonostante riunioni, annunci e proclami, Avellino resta strangolata dalle rotte concentriche dei mezzi pubblici, che tendono tutti ai due punti di raccolta su via Circumvallazione a distanza di poche centinaia di metri, mentre restano fermi metro leggera (elettrico-ibrida), resta chiusa l’autostazione (almeno il piazzale potrebbe essere aperto), non si trovano parcheggi di scambio (ad esempio alla Ferrovia nei pressi della stazione ferroviaria). Nel corso della conferenza stampa, il Sindaco Vincenzo Ciampi ha annunciato la elaborazione di un piano per il traffico. «Una delle priorità della nostra azione di governo è la lotta allo smog. Proprio per questo motivo, stiamo predisponendo vari provvedimenti che, incrociati tra di loro, possano essere una possibile soluzione», ha affermato. «Il nostro obiettivo resta un vero e proprio piano antinquinamento, per il quale stiamo lavorando assiduamente di concerto con i tecnici».  Nel frattempo, «prosegue il lavoro per spostare i pullman da Piazza Kennedy: ci stiamo attivando e, a breve, arriveranno le comunicazioni tanto attese».

FONDAMENTALE LA MANUTENZIONE DELLE CALDAIE. «Intanto, poniamo in essere anche la ‘Campagna Impianti Termici 2018-2019’, tramite la quale miriamo ad una regolare manutenzione degli impianti termici che, come si sa, riveste una particolare rilevanza ai fini della sicurezza, del buon funzionamento degli apparecchi, del miglioramento della qualità dell’aria e della riduzione di energia». Pertanto, «chiediamo ai proprietari o utilizzatori, nonché ai terzi responsabili dell’esercizio e manutenzione degli impianti termici e comunque ai soggetti pertinenti, a qualsiasi titolo, di trasmettere, entro il 30 Aprile 2019, la documentazione che trovate in allegato al seguente indirizzo PEC: ufficioprotocollo@cert.comune.avellino.it”, conclude il primo cittadino».

PIAZZA KENNEDY, SI AFFIDANO I LOCALI IN VETRO DEI GIARDINI. Lunedì mattina la ‘casetta di vetro’ di Piazza Kennedy potrebbe essere affidata alla seconda ditta in graduatoria, ovvero la Società Commerciale De Dona, dopo la rinuncia alla struttura da parte della Clam Srl. «Siamo pronti, le carte sono in ordine, la determina dovrebbe essere predisposta lunedì o, al massimo, all’inizio sempre della prossima settimana», ha fatto sapere Maura Sarno, assessore alle Attività Produttive del Comune di Avellino. Nel corso della conferenza stampa è stato annunciato il provvedimento da parte dell’Assessore e del Sindaco. «La casetta inoltre, avrà una copertura assicurativa di un anno». ha aggiunto Maura Sarno, che si è detta «molto soddisfatta, perchè in questo modo, contribuiremo, pian piano, al rilancio della zona che, credo, abbia grandi potenzialità dal punto di vista commerciale ed aggregativo».


IL LINK. LA NUOVA ORDINANZA FIRMATA DAL SINDACO DI AVELLINO

LEGGI ANCHE: POLVERI SOTTILI, AVELLINO LA PEGGIORE IN ITALIA

Polveri sottili, Avellino è la peggiore in Italia. In coda anche per le perdite idriche