Alta capacità, Grassi: Ministro Toninelli disponibile al confronto, attendiamo convocazione

Il senatore pentastellato rassicura sullo svolgimento dell'incontro a Roma con il Governo per tramite del Dicastero. «Accolta la richiesta, a breve sarà definita la data». L'iniziativa è stata avviata anche dai deputati Maria Pallini e Generoso Maraia. Intanto i Sindaci attendono il Presidente della Provincia Domenico Biancardi per incontrare a Palazzo Chigi il Premier Giuseppe Conte

Il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli si appresta ad incontrare i deputati irpini del Movimento Cinque Stelle sulla questione dell’Alta capacità in Valle Ufita.

Si attende nelle prossime ore la convocazione dei deputati pentastellati Ugo Grassi, Maria Pallini e Generoso Maraia, che intendono ribadire al Governo per tramite del Ministro la ferma la ferma convinzione che l’Irpinia non possa essere esclusa dal tracciato della linea di Alta Capacità Bari-Napoli e della inderogabile necessità della Stazione Hirpinia sul territorio di Ariano e Grottaminarda.

Lo riferisce il senatore Grassi, intervenuto per rassicurare i promotori di una petizione avviata nei giorni scorsi in opposizione all’ipotesi di taglio della Valle Ufita dal tracciato.

«Dal ministero in via informale abbiamo avuto già conferma del futuro incontro», ha scritto Grassi», che ha precisato: «Resta da concordare solo la data compatibile con gli impegni sia del ministro, sia dei parlamentari». Per Grassi non ci sono stati ritardi, né sussitono dubbi sulla necessità del confronto a Roma. «Dal momento dell’invio della richiesta ad oggi sono trascorsi pochi giorni, e tra l’altro vi è intercorsa la festività di novembre», si legge ancora.

Tre parlamentari irpini del Movimento Cinque Stelle avevano chiesto un confronto con il Ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, con l’obiettivo di fermare la revisione del tracciato già approvato della linea ferroviaria di alta capacità Napoli-Bari. L’intento è mantenere l’impegno sulla stazione Hirpinia di Valle Ufita, giunta all’assegnazione dell’appalto da parte della Rfi. Anche i sindaci irpini e le forze politiche e istituzionali restano decise ad incontrare il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per chiedere di confermare l’impegno finanziario sull’opera e la tempistica programmata da Rfi, mentre Confindustria ha fatto sapere di valutare positivamente l’iniziativa dei parlamentari irpini del Movimento, auspicando un esito favorevole al mantenimento di tracciato e previsione della stazione. Confindustria ritiene ancora possibile scongiurare il peggio, mettendo da parte lo scontro per far prevalere il dialogo. Come si evince dal testo della nota diffusa nel pomeriggio.

Consiglio comunale straordinario Ariano Irpino – discussione Stazione Hirpinia.

L’incontro nasce dall’esigenza di bloccare il tentativo di modifica tardiva al progetto complessivo dell’opera, visto anche lo stato di avanzamento del cronoprogramma. Giunto ormai alla fase di assegnazione dei lavori per il tratto interessato, il primo lotto del segmento Apice-Orsara, cioè l’Apice-Hirpinia, è da tempo finanziato, prossimo all’assegnazione dell’appalto di progettazione integrata e realizzazione, in questi giorni ha visto anche l’avvio delle procedure espropriative, giunte alla pubblicazione.


LEGGI ANCHE: 

“Senza l’Hirpinia Alta capacità compromessa al Sud”. Lettera della Federico II al Governo