Epatite C, “Guarire si può”. A Torella l’incontro per conoscere la malattia

“Hcv, guarire si può. Incontro per promuovere la conoscenza della malattia”. Questo il tema che sarà affrontato dal Rotary Club di Sant’Angelo dei Lombardi Hirpinia- Goleto presieduto da Gerardo Nappa, dalla sezione di Torella del Gruppo Fratres rappresentata da Enza Santorelli, e dall’amministrazione comunale guidata da Amado Delli Gatti.

Domani 13 ottobre, Torella dei Lombardi ospita la seconda giornata della sensibilizzazione per la prevenzione e cura del virus dell’epatite C alle ore 18,00 presso il Castello Candriano. Obiettivi degli organizzatori sono di promuovere la conoscenza al fine di poter prevenire e diagnosticare l’epatite C e offrire opportunità terapeutiche. L’incontro inoltre, è finalizzato alla sensibilizzazione in quanto occorre informare i cittadini del nostro territorio sulle nuove opportunità di trattamento:

“La temibile epatite C oggi si può curare definitivamente, le costose cure sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale per tutti quelli che sono affetti dalla patologia. Si può essere affetti senza saperlo!”

I medici presenti all’incontro faranno un’opera di sensibilizzazione e parleranno dell’importanza di trattare ogni paziente con la terapia più appropriata. La malattia raccontata come un viaggio, con un inizio e una fine e non (più) come un tunnel senza uscita. È questa la metafora scelta per la campagna promossa dal Rotary Club di Sant’Angelo dei Lombardi – Hirpinia Goleto in collaborazione con il gruppo Fratres donatori di sangue – Sez. Torella dei Lombardi e il Comune di Torella dei Lombardi.

La giornata è un punto di partenza di un ciclo di incontri finalizzati a promuovere la conoscenza sulla possibilità di prevenire e diagnosticare l’epatite C e sulle opportunità terapeutiche. Grazie alla disponibilità di terapie antivirali efficaci e ben tollerate, che hanno rivoluzionato l’approccio all’Hcv, e all’apertura dei criteri di accesso da parte di Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco), sono infatti stati compiuti molti passi avanti nella lotta a questa malattia spesso asintomatica e con una prevalenza tra l’1,5 e il 2,5 della popolazione generale. Tuttavia, resta ancora molto da fare per raggiungere il traguardo dell’eradicazione, previsto per il 2030.

“Campagne educazionali come la “Giornata di sensibilizzazione per la prevenzione e cura del Virus dell’epatite C” – commenta Gerardo Nappa, Presidente Rotary Club di Sant’Angelo dei Lombardi – Hirpinia Goleto – rivestono un ruolo importante nell’informare tutte quelle persone che convivono con l’infezione da epatite C e che non sono ancora pienamente consapevoli che oggi si può guarire. Se si recassero in un centro specializzato e autorizzato a prescrivere i nuovi farmaci anti Hcv, infatti, potrebbero ricevere una diagnosi appropriata ed essere messi in lista per una terapia che potrebbe farli guarire. Iniziative come questa sono necessarie anche per continuare ad informare quella fetta di pazienti che non sono ancora approdati a un Centro autorizzato per essere valutati e poi curati”.

“La terapia dell’infezione da Hcv ha subito una profonda rivoluzione negli ultimi anni, grazie allo sviluppo di farmaci ad azione antivirale diretta, utilizzabili per via orale, con un ottimo profilo di tollerabilità e sicurezza e un’elevatissima efficacia terapeutica – spiega Gerardo Nappa – Questi farmaci, chiamati Agenti Antivirali Diretti (Daas) assicurano infatti l’eliminazione definitiva del virus, attraverso il blocco del processo di replicazione dello stesso, e la guarigione in oltre il 90-95% dei pazienti trattati. Si tratta di una svolta terapeutica di notevolissima importanza per i malati di epatite C che fino a pochi anni fa venivano sottoposti a regimi terapeutici che consentivano la guarigione in una piccola percentuale di casi, ma con importanti effetti collaterali in una quota non trascurabile di pazienti”.

A tutti i partecipanti all’incontro verranno consegnati in omaggio voucher per effettuare gratuitamente test per HCV presso i laboratori di analisi che hanno aderito all’iniziativa.

Le giornate della prevenzione e cura del HCV sono un progetto autofinanziato del Rotary Club Sant’Angelo dei Lombardi – Hirpinia Goleto.