Enzo De Luca rinuncia alla candidatura per gli alleati: Pd unito contro una Destra pericolosa

«CANDIDATURE IMPORTANTI E DI VALORE MESSE IN CAMPO DAL PD IN IRPINIA E IN CAMPANIA». Conferenza stampa ad Avellino presso la sede della Federazione in via Tagliamento accanto al segretario Nello Pizza. Il monito ad amministratori locali e alla base: «Siamo tutti candidati sui territori con il Centrosinistra per salvare il Paese»

Enzo De Luca rinuncia alla candidatura per gli alleati. Conferenza stampa ad Avellino accanto al segretario provinciale del Pd

Enzo De Luca rinuncia a candidarsi nella lista proporzionale del Senato. La decisione è maturata nel pomeriggio di lunedì al Nazareno, dove ha partecipato alla Direzione nazionale del partito. Le ragioni della scelta le ha spiegate nel corso di una conferenza stampa ad Avellino, presso la Federazione provinciale del PD in via Tagliamento, accanto al segretario Nello Pizza. Enzo De Luca ha incontrato i giornalisti per chiarire la propria posizione in vista delle elezioni del 25 settembre.

Enzo De Luca rinuncia alla candidatura per gli alleati. Conferenza stampa ad Avellino

«CANDIDATURE IMPORTANTI E DI VALORE MESSE IN CAMPO DAL PD IN IRPINIA E IN CAMPANIA». Enzo De Luca ha lanciato un monito alla base, gli amministratori locali, al gruppo dirigente, per la massima compattezza del Partito Democratico «in una fase cruciale per le sorti del Mezzogiorno e dell’intero Paese», ha spiegato. In questo scenario, ha sottolineato il suo atto di responsabilità compiuto facendo un passo indietro nella lista proporzionale del Senato, «a favore degli autorevoli candidati esterni imposti dagli accordi di coalizione», Susanna Camusso e Federico Conte (quest’ultimo destinato ad essere sostituito da un altro riferimento di Articolo 1, in seguito alla sua rinuncia). L’esponente del Pd irpino ha però sgomberato il campo dagli equivoci. Come lo stesso segretario provinciale Nello Pizza ha confermato durante la conferenza stampa, la disponibilità della candidatura di Enzo De Luca al numero 2 della lista per il Senato è stata ritirata per agevolare gli accordi che la segreteria nazionale ha raggiunto con gli alleati. «Un atto di responsabilità dovuto, per chi professa i valori democratici e rispetta l’impianto costituzionale del nostro Paese», ha rimarcato, «compiuto senza alcuna riserva», ricordando che «il Pd e il Centrosinistra sono una comunità politica in cammino oggi più che mai al centro dei destini nazionali ed europei». Per Enzo De Luca – di qui la ragione della conferenza stampa – «occorre moltiplicare gli sforzi nella sincera solidarietà interna al partito, per sostenere i candidati che dovranno nel numero maggiore possibile non restare solo tali, ma essere eletti alla Camera e al Senato come parlamentari della Repubblica».

Enzo De Luca rinuncia alla candidatura per gli alleati. Conferenza stampa ad Avellino accanto al segretario provinciale del Pd

«AL FIANCO DI PIERO DE LUCA, ROSA D’AMELIO, CATERINA LENGUA, MAURIZIO PETRACCA E DI TUTTI I CANDIDATI NELLE LISTE DI RIFERMENTO SUI NOSTRI TERRITORI». Di fronte ai cronisti riuniti in via Tagliamento, dunque, Enzo De Luca ha voluto elogiare il lavoro svolto nella compilazione delle liste, definendo quella di «Piero De Luca la migliore candidatura possibile, anche considerando l’importante funzione di Vice Presidente del Gruppo svolta alla Camera», ma non solo. «Il tempo galantuomo ha restituito giustamente e meritatamente a Rosa D’Amelio quella candidatura che per lei saltò all’ultimo momento nel febbraio 2008», ha osservato, ricordando «il valore dell’ex Presidente del Consiglio regionale e la sua capacità di rappresentare adeguatamente i nostri territori». Elogi anche per tutti gli altri candidati, dal consigliere regionale Maurizio Petracca nel collegio uninominale camerale di Avellino, fino soprattutto a Caterina Lengua, che entra nella lista camerale da sindaco di Cervinara, dopo essere stata nel decennio scorso «per cinque anni alla guida del Partito Democratico in Irpinia, durante la fase della ricostruzione dopo lo tsunami berlusconiano del 2008».

«RICOSTRUIRE LA POLITICA, PROSEGUIRE IL PERCORSO DI RIFORMA E RILANCIO DELLA CAMPANIA». Enzo De Luca ha concluso la sua articolata conferenza stampa sottolineando la delicatezza del momento storico. Citando Padre Francesco Occhetta, ha spiegato che «il Paese si trova inchiodato da troppo tempo all’inizio di una transizione che non riesce a compiersi per la dissoluzione della politica e dei partiti, di cui oggi l’Italia e la sua democrazia non possono fare a meno». In questo solco, «il Mezzogiorno vive una stagione complessa, a valle della quale con le riforme coraggiose in atto in Campania grazie al Governo De Luca su ambiente e sostenibilità, potrà presto liberarsi definitivamente del peso che la criminalità organizzata continua ad esercitare sull’economia libera». In conclusione, Enzo De Luca ha rivolto alle rappresentanze locali un invito a non restare a casa durante la prossima campagna elettorale. «Il 25 settembre possiamo recuperare un risultato storico, se sapremo sentirci tutti candidati, al fianco di chi poi sarà chiamato a cambiare il Paese nelle Aule parlamentari tra poche settimane».


LEGGI ANCHE:

Liste dei candidati Pd, i nomi per l’Irpinia. Letta piazza Camusso nel proporzionale al Senato

Positivi al coronavirus in Irpinia 383 (su 1.541 test) e in Campania 903 con 5 morti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI