La Campania è zona bianca per tutti fino al 5 agosto. Poi Green Pass contro le restrizioni. Le regole

FASCIA DI RISCHIO REGIONALE: NUOVI PARAMETRI PER I COLORI. DISCOTECHE CHIUSE, ARRIVANO I RISTORI. Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto "Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche". Certificazione verde necessaria dai 12 anni in su per accedere ai luoghi pubblici al chiuso. Trasporti per ora esentati. Norme e calendario

La Campania è zona bianca per tutti fino al 5 agosto. Poi sarà necessario il Green Pass obbligatorio contro le restrizioni. La certificazione verde consentirà di accedere ai tavoli nell’interno dei bar e dei ristoranti, ma anche di entrare in tutti i luoghi pubblici al chiuso, come: piscine, palestre, terme, cinema, teatri. Il Consiglio dei Ministri ha deciso le modalità di utilizzo del Green Pass e nuovi criteri per la “colorazione” delle Regioni con decreto legge 23 luglio 2021 ‘Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche’. Il Governo ha stabilito un nuovo metodo per contenere il virus, senza tornare alle chiusure. Ciò consentirà di mantenere la zona bianca in Campania e nelle altre regioni, dove la variante Delta spinge al rialzo il tasso di positività. Questo perchè l’incidenza dei contagi resta in vigore ma non sarà più il criterio guida per la scelta delle colorazioni (bianca, gialla, arancione, rossa) delle Regioni. Dal primo agosto i due parametri principali saranno: il tasso di occupazione dei posti letto per pazienti affetti da Covid-19 in area medica e in terapia intensiva. In base a ciò, si resta in zona bianca se: l’incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive. Oppure, qualora si verifichi un’incidenza superiore a 50 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona bianca se si verifica una delle due condizioni successive: il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 15 per cento; o il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 10 per cento. Soprattutto grazie alla bassa ospedalizzazione, i dati della Campania consentono di confermare la zona bianca, in attesa dell’entrata in vigore del Green Pass, quando solo con la certificazione verde sarà possibile svolgere una serie di attività proprie della fascia bianca. Infine, è stato stabilito che le discoteche non riapriranno. È stato istituito un fondo per i ristori alle sale da ballo.


Le regole

ZONA BIANCA PER TUTTI FINO AL 5 AGOSTO: LE REGOLE.  Con la zona bianca. Bar e ristoranti sono aperti senza limitazioni di orario. Tetto massimo di sei persone al tavolo negli spazi al chiuso dei locali, se non congiunti. Resta vigente il divieto per le attività di ballo e le discoteche. È però possibile ascoltare musica nei locali, mangiando e bevendo.

MASCHERINE E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE ALL’APERTO IN CAMPANIA SONO OBBLIGATORI FINO AL 31 LUGLIO. Mascherine obbligatorie in Campania nelle piazze, sui bus e nelle file fino al 31 luglio. Si può togliere all’aperto il dispositivo di protezione laddove sia possibile garantire il distanziamento sociale o non ci siano situazioni di assembramento o affollamento (Scarica l’ORDINANZA n. 19-25.06.2021). L’utilizzo dei dispositivi è obbligatorio in ogni luogo non isolato «ad esempio nei  centri urbani, nelle piazze, sui lungomare nelle ore e situazioni di affollamento, nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all’aperto quali traghetti, battelli, navi».

VIETATO L’ASPORTO DI ALCOLICI FINO AL 31 LUGLIO DALLE 22 ALLE 6 DEL MATTINO SUCCESSIVO. L’ordinanza n.19 del 25 giugno 2021, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca in materia di cosiddetta ‘movida’ vieta fino al 31 luglio dalle ore 22,00 e fino alle ore 6,00 la vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici. Vietato il consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze,  le ville e i parchi comunali. Inoltre, ai bar, “baretti”, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante nonché agli altri esercizi di ristorazione la vendita di bevande alcoliche è consentita esclusivamente al banco o ai tavoli. (Scarica l’ORDINANZA n. 19-25.06.2021).

SI PUÒ PARTECIPARE A CERIMONIE E MATRIMONI AL CHIUSO CON IL GREEN PASS. Feste e ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose per matrimoni, battesimi, cresime, ecc., sono fruibili tramite uso della “certificazione verde”. Possono partecipare persone vaccinate (a partire da 15 giorni dopo la prima dose), guarite o con test negativo eseguito 48 ore prima. Si applica il protocollo di sicurezza che prevede, tra l’altro il distanziamento di due metri per ogni invitato all’interno, un metro all’esterno. La mascherina è obbligatoria per tutti sia all’interno sia all’esterno se non si è seduti al tavolo. È obbligatoria anche per il personale. I dati dei partecipanti dovranno essere conservati per i 14 giorni successivi alla cerimonia.


GREEN PASS

DAL 6 AGOSTO IL GREEN PASS È OBBLIGATORIO PER ALCUNE ATTIVITÀ. L’ELENCO. Dal 6 agosto la zona bianca in Campania prosegue solo per chi è in possesso del Green pass: certificazioni verdi Covid-19 comprovanti l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2 o la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi) oppure effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore). Il Green pass sarà richiesto per poter svolgere o accedere alle seguenti attività o ambiti a partire dall’6 agosto prossimo: Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso; Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre; Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso; Sagre e fiere, convegni e congressi; Centri termali, parchi tematici e di divertimento; Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione; Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò; Concorsi pubblici.

VIOLAZIONE DEL GREEN PASS OBBLIGATORIO, SANZIONI DA 400 A 1.000 EURO PER UTENTE ED ESERCENTE. I titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati previa esibizione del Green pass sono tenuti a verificare che l’accesso a questi servizi e attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni. In caso di violazione può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

GREEN PASS NON ANCORA OBBLIGATORIO NEI TRASPORTI. Il decreto del Governo non impone il Green pass per salire sui mezzi pubblici di trasporto (bus, treni, aerei, traghetti, ecc.). Il problema è comunque sul tappeto. La materia sarà regolamentata con una norma specifica.

OTTENERE IL GREEN PASS. Si può visualizzare, scaricare e stampare la certificazione sul sito dedicato www.dgc.gov.it; sul sito del Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale; sull’App Immuni; sull’App IO.

Piazza del Plebiscito a Napoli dalla Prefettura

FINO AL 31 DICEMBRE 2021 STATO D’EMERGENZA PER LA PANDEMIA DA COVID-19. Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, vista la nota del Ministro della salute e il parere del Comitato tecnico scientifico, ha deliberato la proroga, fino al 31 dicembre 2021, dello stato d’emergenza.


Documentazione

LEGGI ANCHE:

In Campania i positivi al Covid-19 sono 131 con 8 morti (4 nelle 48 ore). Le tabelle

Vaccinazione Covid dai 12 anni in su in Campania per 3,2 milioni. Prenotazioni in corso: il link

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI