Ospedale di Ariano, aperta Ginecologia. Ora il punto Nascite

Il direttore sanitario delle strutture ospedaliere di Ariano Irpino e Sant'Angelo dei Lombardi lavora al cronoprogramma per l'apertura della cardiologia al Criscuoli. Intanto occhi puntati sulla curva dei contagi per la riapertura delle scuole.

L'accesso al presidio ospedaliero dell'Asl di Avellino ad Ariano "Sant'Ottone Frangipane"

All’ospedale di Ariano è stato riaperto il Reparto di Ginecologia, mentre si annunciano la ripartenza del punto nascite e le Aree Covid per fine settembre. Il Direttore Sanitario Angelo Frieri ha annunciato che da ieri al quarto piano dell’ospedale Frangipane di Ariano Irpino è tornata attiva Ginecologia con una guardia attiva h24, per consentire al personale del reparto di lavorare sia in emergenza che in elezione. Ma la direzione sanitaria lavora al ripristino della piena funzionalità ospedaliera, ha spiegato il direttore sanitario Angelo Frieri. Con l’apertura dell’edificio destinato all’area Covid, la struttura sarà pienamente in grado di recuperare la consueta attività ospedaliera, rilanciando tutti i servizi. “Altra notizia positiva da registrare è la proroga dei contratti per i lavoratori assunti con contratto a termine durante l’emergenza sanitaria, che sono stati allungati fino al 31 dicembre”, annuncia il direttore sanitario.

Angelo Frieri, direttore sanitario degli ospedali Frangipane e Criscuoli

Mentre all’ospedale di Ariano Irpino Sant’Ottone Fragipane la direzione lavora al ripristino delle attività ospedaliere, al Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi si prepara il cronoprogramma per l’apertura del Reparto di Cardiologia. Concluso il concorso, sono in vista le assunzioni. “Lavoriamo per accelerare i tempi”, continua Frieri. L’aumento registrato dei contagi in provincia di Avellino impegna a tempo pieno gli ospedali territoriali Criscuoli e Frangipane, in prima linea nel processare i tamponi presso le strutture dedicate. La preoccupazione per lo scoppio di una nuova ondata invasiva c’è, ma il personale così come le strutture hanno avuto modo di attrezzarsi per tempo. “L’aumento dei casi che stiamo registrando è relativo ai rientri: mi auguro che questa fase possa concludersi entro un mese, con la fine definitiva delle vacanze estive” puntualizza il direttore. “A noi non resta che continuare a seguire tutte le prescrizioni, dall’uso delle mascherine al distanziamento sociale. I dati che leggiamo oggi ci dicono che sono i giovani che rientrano dalle vacanze ad essere contagiati, e che molti sono asintomatici. L’importante è che restino lontani dagli anziani, per evitare il peggio. In ogni caso saremo in grado di redigere un rapporto solo a fine mese, in quanto non siamo in grado di fare previsioni. Il virus ormai è sfuggente e saremo chiamati al banco di prova delle scuole. Dopo la riapertura potremo verificare l’impatto: purtroppo sapevamo bene che il ‘liberi tutti’ avrebbe comportato dei rischi e in questo momento possiamo solo osservare la curva dei contagi, per organizzare al meglio le strutture e completare le aree Covid tale da consentirci di tornare negli ospedali” conclude.


LEGGI ANCHE:

Positivi al coronavirus in Irpinia saliti per un caso a Taurano. In Campania 260 (218 nuovi e 42 conferme)

Le scuole della Campania riaprono il 24 settembre. Test anti-Covid obbligatori per il personale

Il nuovo Ospedale Criscuoli è pronto, ma il Direttore Frieri avverte: servono 25 anestesisti ad Ariano e in Altirpinia

 

ARTICOLI CORRELATI