Area Pilota Alta Irpinia, De Mita incontra De Luca a Nusco

Nel pomeriggio di oggi, 26 novembre confronto sugli impegni regionali a sostegno del programma di sviluppo. Il confronto si allargherà anche alla futura programmazione per i piccoli Comuni

Ciriaco De Mita, sindaco di Nusco, presidente della Città dell'Alta Irpinia nell'ambito della Strategia Nazionale delle Aree Interne. È stato presidente del Consiglio, ministro e segretario della Democrazia Cristiana

L’Area Pilota Alta Irpinia completa il suo iter. Il Presidente del comprensorio, Ciriaco De Mita incontrerà nel pomeriggio di oggi, martedì 26 novembre a Nusco, il Governatore della Campania, Vincenzo  De Luca, per il cosiddetto Patto per le Aree interne, come è stato ribattezzato il prospetto conclusivo degli impegni sul Progetto Pilota dell’Alta Irpinia. Alla vigilia dei passaggi decisivi, a cominciare dal varo delle aziende forestale e zootecnica, De Mita conclude un percorso già programmato, dopo l’ultimo incontro tenuto a Palazzo Santa Lucia nello scorso mese di luglio, quando la riunione tra le parti, oggi fissata per martedì 26 novembre, era stata già stabilita. La visita sul ‘balcone d’Irpinia’ del Governatore servirà certamente anche a rinsaldare il rapporto politico con l’ex Premier, protagonista nella ricucitura della sensibilità cattolico democratica in Campania con altri esponenti in passato dirigenti e rappresentanti istituzionali della Democrazia Cristiana, come Paolo Cirino Pomicino, ma anche Luigi Cobellis e Alfonso Andria, tra gli altri. Si annuncia la partecipazione dei sindaci del comprensorio. L’appuntamento è alle 17.30.

Il Governatore Vincenzo De Luca durante una conferenza stampa. (Foto della Regione Campania Massimo Pica)

AREA PILOTA ALTA IRPINIA CON IL POLO AMBIENTALE AL CENTRO DEL PATTO PER LE AREE INTERNE. Sul Polo ambientale dell’Alta Irpinia entra nel vivo l’intesa raggiunta a Napoli tra De Mita e De Luca a luglio. Dopo lo sblocco del progetto relativo agli impianti di risalita sull’Altopiano del Laceno, ora tocca alla Azienda Forestale dell’Alta Irpinia. «La Regione Campania ha già stanziato 30 milioni di euro su trasporti, sanità, cultura e turismo», ma intende «reperire ulteriori risorse per ampliare il finanziamento complessivo», aveva affermato la Giunta Regionale a luglio. Ai 30 milioni gia impegnati si aggiungeranno altri 22,7 milioni circa, dei quali 12,7 deliberati dalla Giunta regionale ieri mattina, poco dopo la riunione istituzionale tra il Governatore e il Presidente dell’Area Pilota. Restano gli ultimi 10, quelli che serviranno a far partire l’Azienda Forestale, che nel frattempo sta allargando la propria partnership pubblica. I 10 milioni arriveranno per accedere all’Azione del Psr dedicata alla strategia nazionale delle aree interne. Alla fine dell’anno il conto del Progetto Pilota in Alta Irpinia (calcolando tutti i fondi richiesti nell’ambito della strategia) ammonterà a 50,7 milioni di euro.


LEGGI ANCHE: 

Polo ambientale dell’Alta Irpinia, intesa tra De Mita e De Luca

Alta Irpinia e Terminio Cervialto unite nell’Azienda Forestale

Azienda Forestale Alta Irpinia, ente ‘CREA’ nella cabina di regia

Azienda Forestale, 15 milioni per il Progetto pilota di Alta Irpinia e Vallo di Diano

 

ARTICOLI CORRELATI