Appena sposata denuncia per stalking il marito: arrestato

APPLICATO AD AVELLINO IL NUOVISSIMO CODICE ROSSO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE. Tre mesi dopo il suo matrimonio una donna ha presentato una denuncia per maltrattamenti, persecuzioni e minacce contro il coniuge 47enne. Indagini degli agenti della Squadra Mobile della Questura del Capoluogo irpino. L'uomo è ai domiciliari e respinge le accuse

Appena sposata denuncia per stalking il marito: arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Avellino

Appena sposata denuncia per stalking il marito, che è stato arrestato. Il caso ad Avellino, dove una donna ha presentato una denuncia per maltrattamenti subìti dal coniuge, a poche settimane dalla cerimonia, avvenuta nello scorso mese di giugno. Secondo quanto raccontato dalla signora in Questura, dopo le nozze celebrate appena tre mesi fa, il suo rapporto con il coniuge sarebbe mutato e la sua vita finita in un clima di angoscia. La donna avrebbe accusato l’uomo di minacce e persecuzioni. Dopo aver avviato le indagini e le verifiche del caso, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Avellino hanno arrestato il marito 47enne della donna con l’accusa di stalking.

Il Codice rosso ha introdotto una corsia preferenziale per le denunce in caso di violenza di genere e maltrattamenti in famiglia. Rende le indagini più rapide e obbliga i pm ad ascoltare le vittime entro tre giorni

APPENA SPOSATA DENUNCIA PER STALKING, COLLAUDATO IL NUOVISSIMO CODICE ROSSO (INTRODOTTO DAL LUGLIO SCORSO). Nel caso avellinese di presunti maltrattamenti in famiglia è stato applicato il nuovissimo cosiddetto “codice rosso”, una norma introdotta dal luglio scorso, con la quale si stabilisce una corsia preferenziale per le denunce in casi di maltrattamenti familiari e violenza di genere. In base alla nuova legge, le indagini sono più rapide e i pm sono obbligati ad ascoltare le vittime entro tre giorni per evitare le procedure dell’acquisizione e della iscrizione di notizie di reato possano impedire la tempestività degli interventi. Il codice rosso si applica contro i reati di maltrattamenti, violenza sessuale, stalking, e di lesioni aggravate se commessi in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza. L’uomo ora si trova ai domiciliari presso un’abitazione del capoluogo irpino in attesa dell’istanza di scarcerazione che i suoi legali produrranno. L’arrestato ha respinto ogni addebito durante l’interrogatorio di garanzia avvenuto nelle ultime ore.

 

 

ARTICOLI CORRELATI