Artisti internazionali scolpiscono il nuovo volto di Fontanarosa

In Irpinia si celebra l'arte della pietra con il V Simposio internazionale 'Fontanarosa Arte Pietra'. I più grandi nomi tra gli artisti e gli artigiani internazionali si confrontano realizzando opere che andranno ad impreziosire il borgo capitale del settore in Campania

Fontanarosa celebra l’arte della pietra con il V Simposio internazionale aperto dalla cerimonia inaugurale di sabato. La conferenza inaugurale presso il Museo Comunale di Fontanarosa ha dato il via a “FontanarosArtePietra”, alla presenza di un folto pubblico. La manifestazione si concluderà il prossimo 18 maggio, dopo 15 giorni di eventi, durante i quali artisti di fama internazionale dovranno realizzare opere d’arte essendo chiamati a lavorare e plasmare amorfi blocchi di pietra di Fontanarosa.

Per due settimane questo borgo nel cuore dell’Irpinia sarà un laboratorio dell’arte e dell’artigianato della pietra, sotto gli occhi di turisti e appassionati.

Il Sindaco di Fontanarosa, Giuseppe Pescatore

«Grande l’entusiasmo e la curiosità dei cittadini di Fontanarosa che hanno affollato la sala del Museo dove fanno già bella mostra opere e sculture realizzate nelle precedenti edizioni del Simposio», si legge in una nota diffusa dagli organizzatori. Il Sindaco Giuseppe Pescatore ha dato il benvenuto agli artisti sottolineando la portata dell’evento. «Il Simposio ritorna a Fontanarosa dopo oltre venti anni», ha spiegato. «Era doveroso cercare di riprendere una kermesse che già tanto ha dato al nostro paese in termini di visibilità». Pescatore ha ricordato le origini di questa storica tradizione. «Il Simposio, rifacendosi alla tradizione greca e romana, vuole essere un momento di sintesi tra una dimensione culturale e una componente ludica, il tutto finalizzato a valorizzare l’antica arte di lavorazione della pietra che da sempre è patrimonio immateriale della nostra comunità».

L’artista della pietra Giuseppe Colangelo

ARTISTI E ARTIGIANI AL LAVORO PER IMPREZIOSIRE L’ARREDO URBANO DI FONTANAROSA. Il Direttore Artistico, l’architetto Silvio Rosato, ha parlato della destinazione delle opere che si andranno a realizzare e del ruolo vivificante dello scalpellino: «Durante i quindici giorni che ci attendono, gli artisti realizzeranno opere che poi andranno ad arricchire ed impreziosire l’arredo urbano del nostro paese. Fondamentale ovviamente sarà il ruolo degli scultori e quindi degli scalpellini che sono chiamati a dare vita ad un pezzo di pietra attraverso la loro maestria ed il loro estro artistico: come diceva Michelangelo, la scultura è quella nobile arte chiamata a liberare dalla pietra forme e figure che in essa sono già imprigionate». Ad Egidio Iovanna, artista del luogo tra i tanti nomi di primo piano impegnati in questi giorni a Fontanarosa, il compito di presentare gli scultori che opereranno nel corso del V Simposio Internazionale:Gemma Dominguez Guerra, del Costa Rica, Evrim Kilic della Turchia, Chris Peterson dei Paesi Bassi e gli italiani Giuseppe Colangelo e Antonio Iovanna. «Per alcuni di loro si tratta di un ritorno a Fontanarosa ma tutti hanno manifestato il loro entusiasmo e la volontà di fornire un personale contributo per riscoprire un’antica arte che troverà in questi giorni la sua massima espressione proprio nelle opere che verranno realizzate», ha spiegato.


La locandina che annuncia l’inaugurazione del simposio di Fontanarosa dedicato

QUINTO SIMPOSIO INTERNAZIONALE DI SCULTURA IN PIETRA, DAL TITOLO “SCOLPIRE ALL’APERTO”

Fontanarosa dal 4 al 18 maggio 2019

Scultori:
Antonio Iovanna, Evrim Kilic, Chris Peterson, Egidio Ionanna, Gemma Dominguez Guerra, Giuseppe Colangelo

Artisti scultori:
Salvatore Iovanna, Giuseppe Martiniello, Gianluca Iannella, Diego Iovanna, Antonio Iovanna, Francesco Memmolo, Dante Iovanna

Direttore artistico:
Silvio Cosato

Responsabile Area Tecnica:
Antonio Giusto

Email   [email protected]fontanarosartepietra.it

ARTICOLI CORRELATI