Messa in sicurezza “Dogana Blues”. A giugno torna il Festival ufitano

Dopo la sospensione dell'edizione "winter", il Festival del Blues si rinnova a Flumeri. Nuovo calendario per gli ultimi giorni di giugno.

Flumeri corre ai ripari. Dopo il blackout natalizio che ha sospeso le attività in calendario, il Comune pubblica nuovo programma del Dogana Blues Festival. Il tutto va a realizzarsi entro (e non oltre) il 30 giugno 2019. Diversamente sarebbe a rischio tutto il POC 2014-2020, cioè l’intero finanziamento. L’edizione “winter” si è chiusa prima del previsto, causa “parere negativo della Commissione comunale di Vigilanza Pubblico”.

La macchina amministrazione approva delibera di Giunta in cui pubblica la riprogrammazione e assicura provvedere alla “messa in sicurezza della Dogana Aragonese”. Le modifiche, si legge nella delibera, “non sono di natura sostanziale e non intaccano la natura, l’organicità e la complessiva qualità tecnico artistica della proposta progettuale esecutiva”.

Non a norma sarebbero piccoli aspetti che, ha dichiarato nei giorni scorsi il primo cittadino Angelo Lanza, “qualche mese fa non avrebbero rappresentato nulla di anomalo. Oggi con gli ultimi aggiornamenti normativi, lo sono. Ma si tratta di piccoli accorgimenti che provvederemo a sanare”.

Il nuovo programma va dal 27 al 30 giugno 2019. Si inizia il 27 con la band lucana Krikka Reggae. A seguire il 28 giugno si esibisce Gennaro Porcelli “considerato da pubblico e critica uno dei più promettenti talenti del blues made in Italy con un repertorio musicale che spazia dal Chicago style a quello di New Orleans, dallo stile di Austin a quello di Memphis”. Poi è la volta di Peppe ‘O Blues, manco a dirsi, napoletano. Considerato uno dei migliori artisti italiani del genere, si è esibito sui palchi internazionali in sapienti mix di rock, blues e funk. Il Festival chiude il 30 giugno con Robert James Blues Band. “Il gruppo è nato ufficialmente nel Settembre 2017. Robert James (voce e armonica) è un Italo-Britannico arrivato da Londra nel 98 con anni d’esperienza con il canto, inizialmente dedicandosi al Swing, Jazz, musica soft, ma l’anima blues è sempre stata lì, mostrandosi durante le jam session in giro”. Così la descrizione ufficiale del gruppo.

La kermesse ogni anno è riferimento per un pubblico di settore ma anche per semplici curiosi. Normalmente si è svolto nell’ultima decade di luglio. Quest’anno, per sopraggiunti motivi (in termini di rispetto degli adempimenti in seno alla Regione), tutto avviene prima. Se però i contenuti sono la parte “forte”, il seguito e la riuscita dell’evento dovrebbe comunque avere la meglio.