Sicurezza stradale, Pallini: verifiche ‘automatiche’ su barriere e guard rail

La deputata pentastellata rivendica l'utilità di un emendamento nel Decreto Emergenze che garantisce il monitoraggio costante degli impianti di ritenuta stradale

La deputata dell’M5s, Maria Pallini

Componente della Commissione Bicamerale per le Questioni Regionali, la deputata Maria Pallini intende esercitare il mandato parlamentare in un raccordo continuo tra le sedi istituzionali e il territorio. In questo quadro, ha rilanciato nelle ultime ore un aspetto del Decreto Emergenze che interessa direttamente la sicurezza delle strade, grazie all’emendamento all’articolo 13 contenuta nella norma, “che prevede il controllo strumentale delle barriere stradali”.

Spiegando che “la sicurezza delle infrastrutture non può prescindere da un monitoraggio costante dei sistemi di ritenuta stradale”, Maria Pallini ha rivendicato una iniziativa che punta a rendere obbligatoria la raccolta dei dati sulla efficienza della cosiddetta ritenuta stradale in acciaio e in cemento. «Dalla efficienza di tali strutture può limitare conseguenze fatali in caso di incidenti come quello di Avellino».

Il riferimento è alla tragedia di Avellino, il cui processo è in corso e che nel 2013 provocò purtroppo 40 vittime, avremmo risparmiato la vita a più persone se le barriere protettive avessero esercitato la loro funzione, per questo è necessario un controllo su tali strutture. «Col decreto Emergenze iniziamo finalmente a cambiare rotta».


La deputata pentastellata Maria Pallini

L’Intervista a Maria Pallini

«Così cambieremo l’Italia». Pallini nella Bicamerale delle Regioni

La parlamentare dei Cinque Stelle parla degli impegni del governo nazionale per incentivare la ripesa economica ed occupazionale nel Paese e delle opportunità di sviluppo per la provincia di Avellino.


LEGGI ANCHE:

Come Renzo Piano a Genova, gli Architetti irpini offrono un progetto per il viadotto di Parolise