Il Capo dello Stato Sergio Mattarella

Sergio Mattarella sarà oggi ad Ariano per inaugurare la decima edizione del Meeting ‘Le2Culture’, tradizionalmente allestito ogni anno nel Centro di Ricerca Biogem.

Per Mattarella sarà la prima visita da Capo dello Stato in una provincia dove ritroverà numerosi amici e colleghi, parte della sua vicenda politica e istituzionale e certamente presenti nella struttura di Camporeale al suo arrivo in elicottero.

Il Presidente della Repubblica è atteso prima delle ore 16, quando sarà ufficialmente aperta l’edizione del decennale, dedicata al tema della Cosmologia. A riceverlo e ad accoglierlo il Presidente del Biogem, l’ex ministro Ortensio Zecchino, che ha avuto modo direttamente, promuovendo la nascita e l’affermazione del Centro “Biologia e genetica molecolare – Biogem”, di contribuire alla causa della ricerca scientifica e dell’università in Italia ben oltre le prerogative assegnate a chi ha la responsabilità di queste cruciali materie all’interno del Governo.

Non è merito da poco, in una fase storica che disconosce con la politica di ogni tempo precedente al proprio la stessa vicenda nazionale nei decenni successivi alla tragedia del secondo conflitto mondiale.

Per Mattarella, primo ambasciatore delle eccellenze italiane nel mondo, testimone delle grandi potenzialità che il nostro Paese sa esprimere a livello internazionale e globale anche grazie al protagonismo di chi vive o proviene dall’entroterra più inaccessibile della Penisola, sarà interessante e stimolante visitare il campus, i laboratori, il museo del Biogem.

A poche decine di chilometri da Napoli, faro della cultura nel Meridione d’Italia, il Biogem si propone come un ateneo applicato alla ricerca. È una società consortile tra CNR, Stazione zoologica “Anton Dohrn” di Napoli, Consorzio per l’Area di Ricerca di Trieste, Università “Federico II” di Napoli, Seconda Università di Napoli, Università di Milano-Bicocca, Università del Sannio, Università di Foggia, Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, Lumsa di Roma, Università di Udine, Camera di Commercio di Avellino e Comunità Montana dell’Ufita.

Ortensio Zecchino accanto al Premio Nobel Rita Levi Montalcini all’inaugurazione della prima edizione del Meeting Le2Culture.

Il Centro comprende: la GTM, Genetics and “Translational Medicine, una Unità operativa di 22 progetti di ricerca e formazione, contitolare di 5 brevetti internazionali, impegnata in diverse attività internazionali”; il MIR, Medicinal Investigational Research, che “ha lo scopo di supportare la Ricerca Farmacologica preclinica, mirata allo sviluppo di nuovi approcci farmacologici”; il LIMSS, Life and Mind Science School: “Biogem è sede di un corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Genetiche, di programmi UIIP nei campi delle life and mind sciences, di un Master Internazionale di II livello in Biogiuridica, di diversi corsi accreditati ECM. Inoltre, c’è il Biogeo, il museo di Storia della Terra e della Vita, “nato da una sinergia con INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, e l’Universitá del Sannio, su un progetto ideato dal Centro Museale dell’Ateneo dell’Universitá “G. D’Annunzio” di Chieti e Pescara”.

E poi, “per superare gli antichi steccati tra cultura scientifica e cultura umanistica, per un sapere integrale che sia sintesi di esse senza disconoscerne le specificitá”, è nato il Meeting Le2Culture, che mette a confronto le migliori menti a livello globale. “Biogem è in prima linea in questa sfida del nostro tempo”, si legge nel volume pubblicato nel decennale.


LA PUBBLICAZIONE PRODOTTA NEL 2006 PER IL DECENNALE DEL BIOGEM

Questo pomeriggio il siciliano Sergio Mattarella toccherà con mano da uomo del Sud, una realtà che nelle intenzioni di Ortensio Zecchino dovrà affermarsi come l’Università del Mezzogiorno interno, pilastro nel Mediterraneo di una nuova visione, che parte dal sapere per riscattare la condizione storica di svantaggio rispetto al nord dell’Europa.

È tempo che anche l’opinione pubblica italiana, come già cattedratici, ricercatori e rappresentanze istituzionali, entri oggi idealmente in questa parte di Ariano con il Presidente Mattarella, per comprendere di più e meglio la tempra di chi anche così lontano dal mare riesce a vedere l’orizzonte.

Non è forse un caso la scelta del tema di quest’anno, la ‘Cosmologia. L’uomo eterno Ulisse nell’infinità dei mondi’.

Nella prima giornata, dopo l’introduzione del Presidente di Biogem, Ortensio Zecchino, sono previsti gli interventi del filosofo Remo Bodei, attualmente docente presso la University of California di Los Angeles negli Stati Uniti e del prof. Vincenzo Barone, Direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa.

Per chi è interessato, sono stati allestiti due schermi nel giardino dell’istituto e nell’auditorium comunale per consentire di assistere alla cerimonia inaugurale del Meeting.


Le2Culture: IL PROGRAMMA 2018