A diciotto anni dalla proposta, a undici dalla sua riformulazione, il cosiddetto Tunnel di Avellino sta per essere consegnato alla città. Il Sottopasso, come è stato riclassificato dopo il rimaneggiamento deciso dalla Giunta Galasso nel 2006, sarà presentato alla stampa mercoledì mattina, nel corso di una visita organizzata dalla attuale amministrazione comunale guidata dal Sindaco Paolo Foti. La viabilità interrata nella sua versione definitiva è frutto di una variante che nel 2014 è stata deliberata per migliorarne la funzionalità.

La scheda del Sottopasso

Le sezioni del Tunnel come inserite all’interno del progetto rivisto nel 2006-7

L’OPERA. Il Sottopasso per la viabilità di accesso ai parcheggi interrati del Mercatone e di Piazza Libertà era stato proposto nel 2000 nell’ambito della discussione allora in corso sul riassetto urbano del Capoluogo, dopo il ventennio della ricostruzione seguita al terremoto del 1980. Fu individuato come la soluzione chiave per consentire un ridisegno di una piazza Libertà destinata alla pedonalizzazione e al recupero della dignità di luogo simbolo della nuova Avellino. Nella prima versione avrebbe dovuto collegare l’area di piazza Kennedy con Largo Santo Spirito, rappresentandosi come una sorta di tangenziale semi interrata. Le difficoltà finanziarie e i problemi delle coperture regionali, garantite dalle risorse europee attraverso il più ampio e articolato Programma Integrato Città di Avellino (PICA), nel tempo ha portato ad un ridimensionamento all’attuale tracciato, ricompreso tra piazza Garibaldi e via San Leonardo, nel sottosuolo di piazza Libertà, via Due Principati, con sbocco nell’area di parcheggio dell’ex Mercatone.

Nelle due versioni risponde al disegno dello Studio Gregotti di Milano, elaborato nell’ambito del Piano Regolatore Cagnardi I del 2003 e il Puc Cagnardi II del 2006 approvato e reso vigente nel febbraio 2008.

La strada fuori terra proveniente dal Tunnel di piazza Garibaldi durante la prima fase dei lavori

Nei giorni scorsi la ditta appaltatrice aveva diffuso una nota, preannuciando la prossima conclusione dei lavori, prevista per questa settimana.