Stazione TAV di Afragola e Aeroporto di Napoli collegati con la metro, presentato il progetto

Investimento da oltre 2 miliardi di euro per integrare ferro-ferro i collegamenti a lunga percorrenza e le linee regionali di prossima realizzazione, come la Napoli-Cancello-Frasso Telesino diretta a Bari con l'alta capacità

Stazione TAV di Afragola e Aeroporto di Napoli saranno collegati e interconnessi con la metropolitana partenopea in via d’ultimazione. Il progetto presentato dalla Regione Campania e dalla Rfi renderà il terminal dell’Alta velocità di Afragola un polo per l’intermodalità.

La stazione TAV di Afragola

Il progetto non solo connette la Stazione TAV di Afragola e l’Aeroporto di Napoli, ma soprattutto integra ferro-ferro i collegamenti a lunga percorrenza e le linee regionali di prossima realizzazione: la Napoli-Cancello-Frasso Telesino che attraverso l’Irpinia, il Sannio e la Daunia arriverà fino a Bari (l’alta capacità); il prolungamento della Circumvesuviana. A regime, l’hub servirà un bacino urbano di circa 3 milioni di abitanti.

OLTRE 2 MILIARDI DI INVESTIMENTO PER LA LAN. Con il presidente Vincenzo De Luca, Rete Ferroviaria Italiana ha presentato il progetto del nuovo collegamento metropolitano LAN – Linea Afragola Napoli. L’intervento, la cui progettazione è stata inserita dalla Giunta della Regione Campania all’interno del Patto per il Sud, rappresenta nel suo complesso una svolta epocale per la Regione.

Treno Frecciarossa per le linee di alta velocità

OBIETTIVI DELLA LAN. La linea garantirà un collegamento tra la stazione AV di Afragola con l’aeroporto di Napoli Capodichino e con l’anello metropolitano in via di completamento, prevedendo un asse di penetrazione intercomunale fino al centro del capoluogo.

L’OPERA SARÀ REALIZZATA IN DUE LOTTI. Il progetto si divide in due lotti. Il primo prevede il collegamento tra il centro della Città di Napoli, stazione “Di Vittorio”, l’aeroporto e la stazione AV di Afragola, coprendo circa 12,35 km con 13 Stazioni (Cavour, Foria, Carlo III, Ottocalli, Leonardo Bianchi, “Baffo” di Arzano, Di Vittorio, Casavatore San Pietro, Casoria Casavatore, Casoria Centro, Casoria Afragola, Afragola Garibaldi, Afragola Centro, Afragola AV) posizionate ad una inter distanza media di circa 800mt a cui si aggiungono le ulteriori 2 (Arzano Centro e Casavatore Arzano) sul cosiddetto “Baffo di Arzano”. Il tracciato prevede poi 4 punti di interscambio con altre linee delle reti di trasporto esistenti e/o in corso di realizzazione: Nodo Cavour (linea 2)/Museo (linea1); Nodo Di Vittorio (EAV-linea1); Nodo Casoria/Afragola in corrispondenza dell’intersezione della linea ferroviaria RFI; Nodo Napoli Afragola in corrispondenza della Stazione AV/AC. L’importo totale dell’intervento, incluso il materiale rotabile, è di 1 miliardo e 751 milioni di euro. Per il secondo Lotto il progetto, su richiesta del Presidente De Luca, prevede una bretella di collegamento verso Arzano, studiata trasportisticamente, di lunghezza pari a circa 3,15 km, che si stacca dal tracciato a partire dalla stazione Di Vittorio e si estende verso Nord con la presenza delle stazioni di Casavatore Arzano e Arzano Centro, per un importo di 459,5 milioni di euro.

LA STAZIONE DI AFRAGOLA PORTA NORD DI NAPOLI E CENTRO DELLA CAMPANIA. Una volta realizzata, la LAN sarà un collegamento rapido di massa che rivoluzionerà la vivibilità, l’economia e il volto dell’area nord di Napoli altamente popolata, soddisfacendo un’importante domanda di spostamenti, spiega Rfi. La realizzazione del progetto garantirà un aumento dell’accessibilità alla stazione di Afragola trasformandola fattivamente nella Porta Nord di accesso a Napoli; non di meno, aumenterà la qualità della vita sui territori serviti, creando benefici non solo dal punto di vista trasportistico ma anche di trasformazione e rigenerazione urbana aumentando il pregio architettonico delle aree.


LINK | #trasporti #lavoripubblici #regionecampania #delucapresidente #lamarciainpiù


LEGGI ANCHE:

Posizionati da Webuild i ponti di Acerra per la ‘Napoli Bari’

In Campania i positivi al Covid-19 sono 1.175 in 24 ore con 1 morto

La Campania è zona bianca fino al 12 dicembre con green pass ‘rafforzato’ e ‘base’ anche per bus e treni. Le regole

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI