Terza dose anti-Covid in Irpinia ai fragili (senza prenotazione) da oggi. Le istruzioni

CENTRI VACCINALI APERTI AI SOGGETTI TRAPIANTATI E IMMUNOCOMPROMESSI DA OGGI 20 SETTEMBRE: LE CATEGORIE INTERESSATE. L'Asl di Avellino inizia le somministrazioni da lunedì in modalità Open day, per i soggetti trapiantati e immunocompromessi

Da oggi, lunedì 20 settembre, viene somministrata la terza dose anti-Covid in Irpinia dall’Asl di Avellino alle persone trapiantate e immunocompromesse. La terza dose di vaccino anti-Covid è considerata addizionale rispetto alle prime due. Si intende come una dose aggiuntiva a completamento del ciclo vaccinale primario, per raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria. Per questo va somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima dose. Nel frattempo, anche l’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati annuncia la terza dose per i pazienti fragili che ha in cura. Di seguito istruzioni e informazioni su come ricevere la terza dose anti-Covid in Irpinia.

Vaccini Covid a Napoli e in Campania

PER RICEVERE LA TERZA DOSE BASTA RECARSI NEI CENTRI VACCINALI. NON SERVE LA PRENOTAZIONE. La terza dose anti-Covid in Irpinia viene garantita su richiesta presso tutti i punti vaccinali che, allo scopo, operano in modalità Open Day a partire dalle categorie di utenti classificabili secondo l’elenco sotto riportato quali soggetti “trapiantati o immunocompromessi”. I cittadini interessati possono presentarsi, senza prenotazione, muniti di tessera sanitaria e documentazione attestante lo stato di salute.

LE CATEGORIE DESTINATARIE DELLA TERZA DOSE IN IRPINIA. Di seguito le categorie, individuate dalla Circolare del Ministero della Salute, per le cui patologie è prevista la somministrazione della “dose addizionale”: trapianto di organo solido in terapia immunosoppressivatrapianto di cellule staminali ematopoieticheattesa di trapianto d’organoterapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (Cellule CAR T)patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunodepressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cureimmunodeficienze primitiveimmunodeficienze secondarie a trattamento farmacologicodialisi e insufficienza renale cronica gravepregressa splenectomiasindrome da immunodeficienza acquisita (Aids).

L’Asl Avellino di via degli Imbimbo

IL MEDICO VACCINATORE VERIFICA LA DOCUMENTAZIONE GIÀ PRESENTATA E SOMMINISTRA PFIZER O MODERNA. Il medico vaccinatore, accertato che è trascorso il periodo di almeno 28 giorni dalla seconda dose, valuta la documentazione presentata all’atto della vaccinazione, procedendo quindi alla somministrazione della dose di Pfizer o Moderna, in base alla disponibilità del farmaco prescindendo da quello somministrato precedentemente.


LEGGI ANCHE:

Positivi al coronavirus in Irpinia 9, con 1 morto al Moscati. In Campania: 475 casi e 4 morti

Terza dose al Moscati per 2.500 pazienti ‘fragili’ da oggi

Terza dose vaccino Covid-19 dal 20 settembre per persone fragili

Vaccinazione Covid per persone fragili: in Campania prenotazioni in corso. Le istruzioni

Green pass al lavoro obbligatorio per tutti dal 15 ottobre. Senza, stop stipendio. Il decreto

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI