Taglio dei parlamentari, Sibilia (5s): la Lega ha tradito

Il Sottosegretario avellinese contro la scelta del Carroccio di fornire le firme per il referendum per abrogare la riforma: perdono 2 punti percentuali a settimana, sono alla fine

“La Lega ha tradito il suo stesso voto sul taglio dei parlamentari alle Camere”. Così il Sottosegretario Carlo Sibilia ha commentato quanto accaduto a Roma. I senatori della Lega hanno garantito con il proprio apporto di firme il raggiungimento e il superamento del quorum per presentare il quesito del referendum contro il taglio dei parlamentari. La circostanza ha suscitato reazioni nel Movimento Cinque Stelle, che contestano il tradimento politico del Carroccio, che per quattro volte avevano votato la riforma in Parlamento. “Sul taglio dei parlamentari, i leghisti hanno tradito il loro stesso voto, preferendo il loro stipendio romano. Ogni giorno leggiamo di mafiosi che accostano il loro nome a quello dei leghisti (vedi oggi Latina), e loro muti. Invece di attaccare la mafia, attaccano Di Maio e Grillo: sembrano davvero verso la fine, intanto perdono 2 punti percentuali a settimana”, afferma Carlo Sibilia in una nota. 

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e Il Sottosegretario Carlo Sibilia

“I risultati al Ministero dell’Interno parlano chiaro: con Salvini solo psicosi migranti e meno soldi a Vigili del Fuoco e forze dell’ordine. Votare Salvini equivale a votare uno che non ha mai lavorato un giorno. Uno che parla di partite iva ma non ne ha mai avuta una”, attacca Sibilia. “Sorprende che persone come Giorgetti e Calderoli si facciano guidare da un leader del genere, uno che fa scelte politiche sconclusionate. Prima vuole stare al governo, poi scappa all’opposizione travolto dalle proprie promesse e dal carcere ai grandi evasori. Da un lato vota per tagliare i parlamentari e dall’altro benedice i suoi senatori che vogliono cancellare il taglio delle poltrone supportando il referendum emantenendosi, così, aggrappati allo stipendio”. Nel merito, “se si farà il referendum proposto da Lega e Forza Italia per tentare di affossare la riduzione delle poltrone dei parlamentari mi auguro che i cittadini spieghino loro nelle urne cosa significa giocare con la coerenza e tradire le aspettative. Poi l’unica strada saranno le dimissioni” – conclude il sottosegretario Carlo Sibilia.


LEGGI ANCHE:

Tagliati i parlamentari, ora la nuova legge elettorale

Pd e M5s pronti al voto col ‘proporzionale’ Germanicum

ARTICOLI CORRELATI