Costituente, più volte Presidente del Consiglio, Aldo Moro è stato tra i leader storici della Democrazia Cristiana, assoluto protagonista nel processo di nascita della Repubblica italiana

Ad Avellino seminario sulla lezione democratica di Aldo Moro nel giorno del 41esimo anniversario del suo assassinio, avvenuto il 9 maggio 1978 a Roma.

Si terrà alle ore 17:00, presso la sala convegni del Palazzo Vescovile di Avellino, sito in Piazza Libertà, il convegno dal titolo “ALDO MORO: SENZA CONDIZIONI”.

L’iniziativa promossa dall’Associazione “DEMOCRAZIA COMPIUTA”, nell’anniversario del ritrovamento del corpo senza vita dell’onorevole Moro, intende aprire una riflessione su una pagina di storia italiana particolarmente complessa e vuole, soprattutto, proporre un modello di politica in un momento in cui prevale la “violenza verbale” e la “riproposizione di schemi pericolosi e antidemocratici”.

Inoltre, il convegno, vuole evidenziare l’importanza di Papa Paolo VI nella riflessione culturale e politica dell’Italia degli anni settanta e nella vicenda personale di Aldo Moro.

Il Vescovo di Avellino, monsignor Arturo Aiello

interverranno, con il coordinatore dell’Associazione “Democrazia compiuta Antonio De Feo:  Francesco Barra, Professore di Storia moderna presso l’università di Salerno e presidente onorario dell’Associazione, Enzo De Luca. Presidente Osservatorio della Regione Campania sulla gestione dei rifiuti, Nicola Mancino NICOLA MANCINO già vicepresidente del Consiglio superiore della Magistratura e Presidente del Senato Emerito, Arturo Aiello, Vescovo di Avellino.

Nicola Mancino

LEGGI ANCHE:

Aldo Moro, un costituente della democrazia italiana in un’Europa unita

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI