Violenza sessuale su una paziente a San Giovanni Rotondo, sconcerto in Ufita

L'uomo è ai domiciliari mentre vanno avanti le indagini. Riserbo degli inquirenti e dei dirigenti sanitari nella Casa del Sollievo. Il 15 dicembre evento benefico a sostegno della ricerca scientifica

Ha destato sensazione e sconcerto anche in provincia di Avellino la notizia di violenza sessuale di un infermiere ai danni di una paziente nell’ospedale ‘Casa sollievo della sofferenza’ di San Giovanni Rotondo. I dirigenti sanitari si sono chiusi in un doveroso stretto riserbo, attendendo l’esito delle indagini avviate dopo la denuncia presentata dalla donna ai Carabinieri, cui è seguito l’arresto dell’infermiere che ora è ai domiciliari. Decisivo il ruolo del personale medico, che ha offerto la massima collaborazione alle forze dell’ordine, mettendosi a disposizione della presunta vittima nel ricorrere all’intervento dei militari dell’Arma.

Fondata nel 1956 da Padre Pio, la ‘Casa sollievo della sofferenza’ di San Giovanni Rotondo è una struttura ospedaliera cara agli italiani, in particolare nelle regioni meridionali, ma anche in provincia di Avellino. Fa discutere soprattutto in Valle Ufita, da dove in tanti si sono recati e si recano a San Giovanni Rotondo presso l’ospedale per cure o per assistere congiunti e amici. Tra loro in queste ore prevalgono sentimenti di sgomento e incredulità.

La ‘Casa sollievo della sofferenza’ ha confermato anche in queste spiacevoli circostanze il prestigio di un ospedale che rappresenta un’eccellenza nel Mezzogiorno anche nella cura e nella ricerca, mettendo a disposizione degli inquirenti la propria più ampia collaborazione, assistendo la donna con una equipe di psicologici. L’uomo è stato sospeso a titolo cautelativo e sottoposto a una procedura che lo porterà al licenziamento nel caso fossero comprovate le accuse. Nell’interrogatorio di garanzia l’infermiere ha respinto totalmente e con forza ogni addebito.

IL 15 DICEMBRE UN EVENTO PER BENEFICO PER SOSTENERE LA RICERCA. Nella Casa del Sollievo si attende di conoscere la verità, mentre si stanno ultimando i preparativi per l’evento natalizio benefico organizzato per sostenere la ricerca, una delle attività caratterizzanti quello che dal 1991 è anche l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza nel campo delle malattie genetiche ed eredo-familiari, oltre nell’ambito di tutte le patologie più comuni. Accanto all’ospite principale, Michele Placido, tanti i protagonisti attesi: ci saranno i musicisti Teo Ciavarella, Gianluigi Esposito, Antonio Saturno, gli attori Lello Lombardi, Gianluca Ansanelli, Paola Cerimele, la cantante Patricia Deitos, quindi i comici Demo Mura e Valentina Persia. Condurranno Danilo Brugia e Mary De Gennaro.