Wi-Fi pubblico, cinque comuni irpini fra i 224 in Italia

Cinque comuni irpini rientrano nella graduatoria di assegnazione del finanziamento per l'installazione di postazioni Wi-Fi gratuite e panchine intelligenti. Si preparano a partire per Bruxelles gli amministratori di San Martino Valle Caudina, Chiusano San Domenico, Bisaccia, Senerchia e Caposele

La Commissione Europea, settore Digilat Single Market ha appena pubblicato l’elenco dei vincitori del bando WiFi4Eu, che consente un finanziamento di 15 mila euro per allestire postazioni Wi-Fi e panchine intelligenti a pubblica fruibilità. Sono cinque i comuni irpini che hanno superato la selezione di 4mila candidature, e che oggi sono presenti nell’elenco dei “winners”: San Martino Valle Caudina, Chiusano di San Domenico, Bisaccia, Senerchia e Caposele.

La piattaforma ha inserito ben 2800 Comuni che potranno garantire ai propri cittadini connessioni wifi gratuite negli spazi pubblici. Il bando di concorso, WiFi4Eu offrirà ai Comuni vincitori finanziamenti per il valore di 15mila euro, che serviranno ad installare gli spot wifi nelle piazze, biblioteche, ospedali, parchi, musei. La selezione si è basata sul “primo arrivato, primo servito”, tuttavia sono stati garantiti un minimo di 15 buoni ed un massimo di 224.

Il sindaco di Chiusano San Domenico, Carmine De Angelis

I comuni risultati vincitori saranno chiamati a Bruxelles per ritirare il premio. “Come il bando europeo è stato immaginato per mettere in pratica una idea che unisse l’Europa, così sarà declinato a Chiusano, dove prevediamo postazioni nei due parchi pubblici, ma contiamo in realtà di coprire tutto il centro e la periferia” ha commentato il sindaco Carmine De Angelis. “Questo ci consentirà di ampliare il nostro orizzonte sul sistema di accoglienza turistica, e di implementare altre politiche di efficientamento dei servizi. Siamo molto soddisfatti di questo risultato e contiamo di partire per Bruxelles”.

Vista da Caposele invece, la posizione in graduatoria assume i connotati di una ulteriore vittoria dal punto di vista delle infrastrutture e consente il sostegno alla realizzazione della “Smart city” come ha annunciato il vice sindaco Armando Sturchio: “Crediamo molto nell’incentivo alle nuove tecnologie, che intendiamo utilizzare come sostegno alla fruibilità dei servizi da parte del cittadino, ma anche in ottica turistica. La prospettiva della Wi-Fi Free tampona inoltre la nostra permanenza in fascia B rispetto alla fibra ottica, una lacuna che stiamo tentando di colmare per rientrare nella titolarità di comune turistico. Il consigliere Donatiello sta curando un apposito progetto per la messa in rete di una serie di servizi, e su molteplici scopi”.