Grottaminarda: più negozi nel centro città. Cobino: nuovo salotto commerciale

I lavori di rifacimento di Corso Vittorio Veneto rappresentano un nuovo volto per l'intera città che si candida a riconquistare la posizione di riferimento commerciale dell'intero bacino ufitano. I leader di governo locale plaudono l'apertura di nuove butique.

Soddisfazione per l’amministrazione di Grottaminarda. Dopo i lavori di riqualificazione di Corso Vittorio Veneto, si sono insediati quattro nuovi esercizi commerciali. Il periodo dei cantieri aperti, che nei mesi scorsi ha portato ad una protesta dei commercianti per il calo del flusso di clienti, si è chiuso con una riconsiderazione generale del luogo. Si tratta di circa quattrocento metri di spazio con percorrenza a senso unico e sosta consentita per mezz’ora. Il tempo giusto per entrare in negozio. L’obiettivo dell’attuale compagine di governo locale era proprio quello di rendere più appetibile Corso Vittorio Veneto.

Il Sindaco di Grottaminarda, Angelo Cobino

Si tratta dell’arteria che taglia la città dei servizi e che, grazie alle strade “esterne” che permettono di bypassare il centro cittadino e raggiungere comunque il casello autostradale, normalmente è percorsa da flussi scorrevoli.

L’amministrazione ha espresso un compiacimento per i nuovi punti vendita e si auspica ce ne saranno di nuovi. L’augurio è anche che i cittadini stessi (intesi come utenti e consumatori), rivalutino il percorso. D’altra parte molto si gioca sulla pertinenza dei negozi. La tipologia e i prezzi al dettaglio, alla luce di uno scenario dominato dalla grande distribuzione e, quindi, dalla corsa al prezzo migliore.

Il palazzo municipale di Grottaminarda

Il riferimento commerciale che è stato di Grottaminarda negli anni Novanta ha poi subito un grosso affondo negli anni successivi. I rumors riferiscono di fitti troppo alti che in molti casi avrebbero portato i titolari di esercizi commerciali a desistere, abbassare la serranda e aprire altrove. In altri casi pare ci sia stata poca predisposizione al “cambiamento” ovvero alla riconversione dei punti vendita in base alle rinnovate necessità di giusto equilibrio qualità-prezzo dei consumatori.

Il team di Governo locale ha agito su due fronti. Sul potenziamento delle arterie che circondano Grottaminarda e collegano la Valle Ufita al casello autostradale e alla media valle del Calore; sul restyling del corso principale e il decongestionamento del traffico urbano. L’auspicio è che le nuove attività continuino a scegliere Grottaminarda come location in sinergia con gli altri commercianti del posto.