IIA: “Stipendi sbloccati”. Il Vicepremier Di Maio alla Fiom: ad horas vertice al Mise

LANDINI A BOLOGNA CON GLI OPERAI EX BREDA: «BUSITALIA DEVE DECIDERE, TEMPO SCADUTO». Le segreterie sindacali di FIOM - CGIL e una rappresentanza dei lavoratori dell'Industria Italiana Autobus hanno incontrato il vicepremier Luigi Di Maio. "Da domani saranno pagati gli stipendi". In corso le decisioni per "un incontro al Mise da tenersi nelle prossime ore". La mobilitazione continuerà il 21 in contemporanea all'assemblea dei soci annunciata dall'Industria Italiana Autobus.

«Da domani saranno pagati gli stipendi alla IIA. Nelle prossime ore avremo un incontro al MISE per chiarire il tutto». Così il Vicepremier Luigi Di Maio in coda alla giornata tutta campana che ha fatto tappa finale a Caivano. Il video dell’incontro tra il vicepremier e le sigle sindacali FIOM e CGIL è stato diffuso tramite social dai sindacati.

Il Vicepremier Luigi Di Maio circondato dai giornalisti
Giuseppe Morsa, segretario della Fiom Cgil

Una folta rappresentanza dei dipendenti dell’IIA, la FIOM – Cgil e la RSA Fiom Italia D’Acierno, hanno aspettato Luigi Di Maio alla fine della giornata dedicata al Piano d’Azione contro i roghi dei rifiuti in Campania.

“Positivo pagamento degli stipendi ma ancora in bilico la ricapitolizzazione”. È la nota pubblica diffusa dalle segreterie guidate a livello nazionale da Miche De Palma e ad Avellino da Giuseppe Morsa. Ancora la Fiom – Cgil ha dichiarato: “abbiamo incontrato questa sera a Caivano, con una delegazione di lavoratori dell’Industria Italiana Autobus di Flumeri, il Ministro Luigi Di Maio che ha annunciato che da domani l’azienda provvederà al pagamento degli stipendi”.

Permane la “preoccupazione” della Fiom rispetto “alla ricapitalizzazione” e al “rischio chiusura dell’attuale proprietà. “I lavoratori dei due stabilimenti di Bologna e Flumeri si battono per la produzione in Italia di autobus eco e sicuri. Il Ministro ha dato la sua disponibilità a fissare un incontro al Mise nella giornata di domani per avere chiarezza definitiva sugli assetti societari e sul futuro occupazionale”.

Franco Fiordellisi, segretario della Cgil di Avellino

“Il nostro impegno e la nostra battaglia continua – ha dichiarato Franco Fiordellisi (Cgil) – continua la mobilitazione e l’organizzazione del presidio fissato per mercoledì, quando si terrà l’assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus. Siamo ad un passo dall’obiettivo ma i rischi sono ancora altissimi”.

In riferimento alle vicende locali, Fiordellisi ha aggiunto: «La recente ordinanza di blocco del traffico veicolare ad Avellino, ma anche in altre parti d’Italia, per gli sforamenti dei limiti consentiti di Pm10 nell’aria, sollecita ancora di più il cambio e l’ammodernamento del parco autobus e la messa in sicurezza dell’esistente».

La ex Bredamenarinibus, oggi Industria Italiana Autobus

LANDINI A BOLOGNA. In mattinata si è tenuta a Bologna un’assemblea dei lavoratori ex BredaMenarinibus (oggi IIA) con il segretario confederale Maurizio Landini.  al termine del confronto hanno emesso un comunicato stampa. «Chiediamo al Governo un intervento urgente perchè senza l’ingresso di Ferrovie dello Stato, è a rischio l’occupazione di tutti i lavoratori di Bologna e di Flumeri. Dopodomani, mercoledì 21 novembre, l’assemblea dei soci di IIA potrebbe decidere per il fallimento dell’azienda. Non c’è più tempo da perdere, confidiamo nell’apertura di una comunicazione con il Ministro».