Moscati, Percopo: l’Unità Fegato non chiude. Medicina di genere, oggi il focus

Il Direttore Generale dell'Azienda Angelo Percopo rassicura le istituzioni locali smentendo le notizie circolate nei giorni scorsi. E domani parteciperà alla nuova sfida sulla medicina di genere

Al Moscati il reparto Fegato non è in discussione. Il Direttore Generale dell’Azienda “Moscati” rassicura le istituzioni locali e i cittadini circa le voci circolate in queste ore.
«Mai pensato di chiudere l’Unità Fegato», spiega in una nota. «Continuano a circolare voci infondate, a questo punto da ritenere artatamente diffuse, circa un’imminente chiusura dell’Unità Fegato dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino; voci che, oltre a creare allarmismo nell’utenza, inducono in errore rappresentanti delle organizzazioni sindacali e istituzioni che, giustamente, si preoccupano di quanto paventato», si legge.

«La Direzione Generale dell’Azienda “Moscati” ribadisce che l’attività dell’Unità Fegato è e rimarrà patrimonio dell’Azienda e che mai si è ipotizzata la chiusura del reparto».

Il Direttore Sanitario dell’Azienda San Giuseppe Moscati, Maria Concetta Conte

MEDICINA DI GENERE, NUOVA SFIDA DEL MOSCATI. Questa mattina alle ore ore 9, nell’aula magna della Città ospedaliera, sarà presentato dall’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati il “Percorso donna Igea”, iniziativa nell’ambito della medicina di genere. «La Commissione Pari Opportunità e la Sottocommissione Salute di Genere della Regione Campania hanno avviato una serie di incontri nelle province campane per far conoscere e per sostenere i ‘Percorsi virtuosi in Medicina di Genere’ delle strutture sanitarie del territorio e promuovere, in tal modo, un approccio alla cura basato sulle differenze tra i due sessi», si legge in una nota dell’Azienda San Giuseppe Moscati. «Nell’ambito delle iniziative realizzate in tema di Medicina di Genere, il ‘Percorso donna Igea’ dell’Azienda Ospedaliera ‘San Giuseppe Moscati’ di Avellino rappresenta un valido esempio di inclusione del determinante ‘genere’ nei servizi sanitari già offerti poiché, attraverso una presa in carico integrata e multidisciplinare, l’assistenza viene declinata in funzione delle peculiari esigenze e vulnerabilità delle stagioni della donna».

Il Governatore Vincenzo De Luca, Commissario per il Piano di Rientro della Sanità in Campania e, a sinistra, il consigliere delegato Enrico Coscioni

Progetto Igea | PROGRAMMA DEL CONVEGNO

Il ‘Percorso donna Igea’ sarà presentato presso l’aula magna dell’Azienda “Moscati” (Contrada Amoretta, primo piano, settore B), nel corso di un convegno promosso, appunto, dalla Commissione Pari Opportunità della Regione Campania, presieduta da Natalia Sanna. All’incontro, al quale sono stati invitati a partecipare il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il Presidente del Consiglio della Regione Campania, Rosa D’Amelio, interverranno numerose autorità regionali, provinciali e cittadine che, introdotte dal Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Angelo Percopo, offriranno il loro contributo alla discussione sullo stato dell’arte in Campania dell’applicazione della Legge Lorenzin (L. 11/01/2018 n. 3) sulla Medicina di Genere. Con il Direttore Sanitario dell’Azienda “Moscati”, Maria Concetta Conte, si entrerà poi nel vivo della tavola rotonda incentrata sui dettagli del “Percorso donna Igea”.

L’assessore regionale Chiara Marciani

Nel corso di tale sessione tecnica, moderata da Carolina Ciacci, componente della Commissione Pari Opportunità della Regione Campania, e da Pietro Buono, Dirigente dell’Unità Operativa Dipartimentale Attività Consultoriale e Materno Infantile della Regione Campania, sono inoltre previsti un collegamento in videoconferenza con Giovanni Scambia, Direttore del Dipartimento di Scienze della Salute della Donna e del Bambino dell’Irccs “Gemelli” di Roma e un contributo di Enrico Coscioni, consigliere del Presidente della Regione Campania per la sanità.