I volontari ospedalieri celebrano la X Giornata Avo tra la gente

Il 24 ottobre la Santa Messa officiata dal vescovo di Avellino, Arturo Aiello. Sabato gazebo informativo al Corso Vittorio Emanuele II

L’Avo celebra la sua X Giornata Nazionale il 24 ottobre e i Volontari Ospedalieri rinnoveranno il proprio impegno verso l’associazione. Ci sarà la Santa Messa officiata dal vescovo di Avellino, Arturo Aiello e dedicata ai malati e a tutti i volontari dell’Avo alle ore 17 presso la cappella della Città Ospedaliera San Giuseppe Moscati. Intanto sabato 21 in Corso Vittorio Emanuele sarà allestito un gazebo informativo per l’intera giornata.

“Sono 25.000 i volontari Avo che ogni settimana, in 230 sedi in tutta Italia, prestano un servizio concreto, costante e gratuito accanto ai pazienti ed ai loro famigliari negli ospedali”, fanno sapere gli organizzatori.

“Ad Avellino sono 150 i volontari Avo che quest’anno, in occasione della loro Giornata Nazionale, rinnoveranno il loro impegno non solo verso la società ma anche verso l’associazione che rende possibile il loro servizio quotidiano, organizzato e sicuro accanto ai malati”, afferma il presidente Avo Avellino Giuseppe Lucchese. “Per ogni volontario è fondamentale continuare a soffermarsi sulle motivazioni che lo hanno portato a fare una scelta di vita e a diventare un volontario Avo. Per ogni volontario è, pertanto, vitale continuare a vivere l’associazione, sentendola propria ed identificandosi in essa perché diventare volontario Avo significa fare una scelta di vita”.

Per questo, “il prossimo 21 ottobre i volontari di Avellino saranno in Corso Vittorio Emanuele per l’intera giornata. Si tratterà di  “un momento utile non solo per diffondere i valori di solidarietà e di altruismo propri del servizio Avo ma anche per incontrarsi, confrontarsi e ricaricarsi dell’entusiasmo e delle energie necessari per continuare a garantire una lunga vita all’Avo. L’impegno dei volontari sarà quindi duplice: essere linfa vitale per la società e per l’associazione”.