Montefusco, domenica ‘Sveliamo l’Oratorio di San Giacomo’ del XIII secolo

Il Comitato “Eliseus-operatori culturali e turistici”, in accordo con il Comune, presenta un programma di aperture straordinarie con visite guidate gratuite a partire da domenica 30 settembre

A Montefusco prosegue il programma di valorizzazione dei beni culturali e monumentali presenti nella suggestiva cittadina, un tempo capitale della Provincia di Principato Ultra.

Anche per questa domenica 14 ottobre 2018 gli “Eliseus”, in accordo col Comune di Montefusco, propongono visite guidate gratuite alla scoperta del piccolo oratorio montefuscano. Come già preannunciato, il programma di aperture straordinarie, che continuerà con altri appuntamenti sino alla fine di novembre, nasce allo scopo di valorizzare e rendere fruibile questo piccolo gioiello dell’arte. Votato come “luogo del cuore” FAI l’Oratorio necessita di alcuni ed importanti interventi di recupero utili affinché esso possa essere sottratto alla minaccia del tempo. A tal scopo nella stessa giornata sarà allestito un banco per la raccolta firme.

Le prossime aperture nel mese di ottobre: sabato 27 ottobre ore 21-24 e domenica 28 ottobre ore 21-24

L’INIZIATIVA. Il Comitato “Eliseus-operatori culturali e turistici”, in accordo col Comune di Montefusco, «impegnati sinergicamente per il rilancio turistico del borgo irpino e in un’ottica più specifica di valorizzazione e salvaguardia dei suoi beni storico-artistici», fanno sapere i promotori, presentano l’iniziativa: “Sveliamo l’Oratorio di San Giacomo”. Si tratta di un programma di aperture straordinarie con visite guidate gratuite a partire da domenica 30 settembre 2018.

«L’iniziativa rientra nella campagna di censimento ‘I luoghi del cuore’, che da nove anni viene promossa dal FAI-Fondo Ambiente Italiano. L’obiettivo è far conoscere più da vicino il piccolo oratorio, svelandone la suggestiva storia che lo caratterizza sin dal XIII secolo. Volte e pareti riccamente affrescate condurranno il visitatore attraverso un viaggio di scoperta dove si intrecciano arte, fede e cultura», si legge ancora nella nota.

«Ad accogliere e guidare i visitatori ci saranno gli OMCTI (operatori di marketing e di turismo integrato) e membri del Comitato, i quali per le giornate di apertura allestiranno anche un banchetto per la raccolta firme, utili a per far si che la magnificenza di questo luogo sia svelata e non svanisca».

Sede per secoli di giuristi e avvocati, in virtù della presenza della Regia Udienza, cioè del tribunale e della Compagnia di Campagna, l’autorità di polizia, Montefusco conserva intatto il fascino di un Comune dalla importante tradizione medievale, ricco di testimonianze straordinarie, che ancora oggi impreziosiscono il suo costruito.

PER INFORMAZIONI. Parcheggio auto in piazza Morosini e in piazza Castello, possibilità di consumare aperitivi con vino Greco DOCG presso il bar “Art Café” o di pranzare presso i ristoranti locali “Beatrice” e “Teodoro”. Visite alle botteghe locali di ceramica e tombolo.

contatti: elisesusmontefusco@gmail.com