L’Avellino Rocchetta sarà il mezzo di transito nei vigneti e dunque la cerniera della “wine valley”, così come è stata definita da Mauro Moretti, Presidente della Fondazione Fs, che alla luce dell’intesa siglata con la Federico II di Napoli, illustra una visione di prospettiva sul ruolo della linea storica.

Il treno sul Lago di Conza della Campania, scatto di Pietro Mitrione, in mostra a cura della Soprintendenza nel 2016

L’Irpinia infatti, è il primo terreno di applicazione del protocollo- annunciato e siglato in poche ore dagli addetti ai lavori, dove l’attività di ricerca e valorizzazione del patrimonio della Fondazione attraverso progetti di alta formazione coincide con il recupero definitivo della storica tratta ferroviaria e il recupero delle stazioni dismesse. Lo stesso Moretti, dalle colonne de “La Repubblica” ha lanciato l’idea della Fondazione di sostituire i vecchi prefabbricati con stazioni accoglienti, dotate di spazi per la ristorazione e aperti alle imprese locali per creare spazi espositivi e dare forma alla Wine Valley.

Pietro Mitrione, referente della associazione In_loco_motivi di Avellino

La definizione di Wine Valley intanto, amplifica e valorizza le linee di indirizzo già avanzate da alcuni amministratori locali, ma soprattutto dall’Associazione In Loco Motivi, dalla Presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio che ha spinto per la creazione di un coordinamento di sindaci sulla progettazione, e dall’imprenditrice vitivinicola Milena Pepe, espressione delle Cantine Cavalier Pepe, che per prima si è espressa su questo fronte. “Per Wine Valley si intende l’intero territorio provinciale: guai a immaginare la definizione di confini o di campanili” ha commentato Pietro Mitrione. “I vertici della Fondazione, dal direttore Luigi Cantamessa al suo presidente Mauro Moretti, hanno saputo dare la giusta interpretazione alla vocazione del territorio”.

Da sx: Francesco Celli di Info Irpinia, Luigi Cantamessa direttore generale di Fondazione Fs, Pietro Mitrione di In Loco Motivi, e Modestino Ferraro, dirigente Rfi

 

Milena Pepe, imprenditrice vitivinicola espressione delle cantine Tenuta Cavalier Pepe

Il turismo coniugato alla valorizzazione delle economie locali è l’obiettivo lanciato dalla stessa leader di Tenuta Cavalier Pepe, che in un’intervista rilasciata a “Il Corsivo” aveva lanciato l’opportunità di trasformare le cantine vitivinicole in agenzie turistiche e promozionali per l’intero territorio. “La Wine Valley in Irpinia già esiste e il treno è un bellissimo mezzo per addentrarsi nei vigneti, e ho sempre sostenuto le iniziative tese a migliorare la viabilità e facilitare l’accesso nell’entroterra” spiega l’imprenditrice.

Lo stesso consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia è fra i firmatari del protocollo siglato per le azioni di recupero della tratta: viticoltori, cantine e trasformatori giocano un ruolo cruciale nella partita. Senza contare che le aziende impegnate nel settore guardano con vive interesse anche alla tratta Salerno- Avellino- Benevento, che consentirà alla filiera dei Docg di arrivare a Salerno, e penetrare il mercato delle zone costiere.

Il protocollo siglato fra Fondazione e università intanto, si prepara a sostenere una strategia ben più articolata che guarda alla mobilità delle aree interne con la previsione della ferrovia “trans-appenninica” che collega Perugia- Terni alla città di Matera in vista di Matera 2019. Domenica 23 settembre si inaugura un nuovo tassello della linea dismessa Benevento- Campobasso: dopo la riapertura a Pietrelcina, Morcone e Pontelandolfo, ora tocca a Santacroce. Mancano pochi km per Bosco Redole, il cui completamento apre di fatto le porte alla definizione della Trans Appenninica, che consentirebbe il collegamento  paesaggistico dell’Italia interna, con la valorizzazione dei borghi e un incremento di turisti, oltre che di visitatori. In questa cornice di riferimento, la Campania interna ambisce a diventare la porta d’ingresso principale da nord, nel mondo fatato di Matera 2019, supportato dai comuni altirpini di Castelfranci e Calitri, che hanno già siglato una intesa a tale scopo.