Metro leggera di Avellino, gestione all’Air Campania che inizia i test

L'AMMINISTRATORE ANTHONY ACCONCIA: «SI INTEGRERÀ CON I BUS DEL SERVIZIO URBANO». L'Azienda regionale di trasporto annuncia la prova lungo gli 11 chilometri della linea. Selezionati 15 operatori d'esercizio

Air Campania pronta per i test in linea della Metro leggera di Avellino. Da domani cominciano le prove di pre-esercizio che serviranno ai tecnici per effettuare le prime valutazioni sull’infrastruttura, sul funzionamento dell’intero impianto, i percorsi e i tempi di percorrenza. Lo rende noto l’Azienda attraverso un comunicato. Si realizzerà «una simulazione necessaria a valutare il comportamento del sistema nel suo complesso e, nel caso, ad apportare eventuali correttivi a possibili scostamenti che potrebbero registrarsi in questa fase», spiega Air Campania.

La Metro leggera di Avellino

GESTIONE AD AIR CAMPANIA PER 6 MESI. Il servizio è stato affidato in via sperimentale per 6 mesi ad Air Campania. «L’azienda regionale di TPL ha provveduto all’adeguamento infrastrutturale del deposito di Torrette di Mercogliano, dove sono ricoverati i mezzi». Lo scorso 22 giugno i bus elettrici ibridi sono stati trasferiti ad AIR con la sottoscrizione del contratto da parte dell’Amministrazione comunale. L’Azienda ha inoltre provveduto alla nomina del direttore d’esercizio, l’ingegnere Luigi Di Mattia, tecnico con trent’anni di esperienza nel settore.

IL TEST DELLA METRO LEGGERA DI AVELLINO IMPEGNA 15 OPERATORI SELEZIONATI TRA IL PERSONALE DELL’AIR. La prova sarà effettuata lungo gli 11 chilometri del tragitto stabilito per la linea e «servirà anche ad avviare il rodaggio e a fare ‘familiarizzare’ il personale con il nuovo sistema». Air Campania, infatti, «nei mesi scorsi ha proceduto ad una selezione interna di 15 operatori d’esercizio e alla successiva formazione per il servizio di mobilità cittadina disegnato dal Comune di Avellino». Ma «soprattutto la prova di pre-esercizio sarà utile a testare il sistema, anche in termini di efficienza ed efficacia, simulando le reali condizioni di esercizio».

Anthony Acconcia, Amministratore dell’AIR spa, gestore dei servizio di trasporto pubblico su gomma in Campania

L’AMMINISTRATORE ANTHONY ACCONCIA: «METRO LEGGERA E SERVIZIO URBANO DI AVELLINO SI INTEGRERANNO». «Ringrazio la Regione Campania e ACaMIR per il supporto che ci hanno dato, ennesima dimostrazione dell’attenzione verso il trasporto pubblico», ha dichiarato l’Amministratore Unico di Air Campania, Anthony Acconcia. «Il servizio ci è stato affidato in via sperimentale per sei mesi, durante i quali proveremo ad utilizzare al meglio la metro leggera. I test serviranno non solo per le verifiche tecniche, necessarie prima dell’apertura al pubblico, ma anche per definire l’integrazione di questo sistema con quello su gomma già esistente».

VENT’ANNI FA LA PRIMA FORMULAZIONE DEI BUS IBRIDI, POI METRO LEGGERA DI AVELLINO. La attuale metro leggera deriva dal progetto originariamente concepito dall’allora Assessore alla Mobilità Giuseppe Bruno, componente della Giunta guidata da Antonio Di Nunno. Il programma fu avviato a finanziamento concretamente tra il 2002 e il 30 ottobre del 2003, ultimo giorno dell’amministrazione, commissariata dal giorno successivo per effetto delle dimissioni irrevocabili presentate dal Sindaco, al culmine della crisi politica nella maggioranza. Quel giorno l’esecutivo deliberò un atto decisivo ad evitare lo stop all’iter per i finanziamenti.


LEGGI ANCHE:

Autostazione Avellino, lavori terminati. Air: apertura a settembre

Terminal ferroviario logistico Hirpinia, a Roma Svimez presenta lo studio

Positivi al coronavirus in Irpinia 1.018, in Campania 18.663 (con 5 morti) e in Italia 132.274: record da 5 mesi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI