Autostazione Avellino, lavori terminati. Air: apertura a settembre

PUBBLICATA LA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PER 50 TRA UFFICI E NEGOZI NEL TERMINAL. L'amministratore Unico dell'Azienda di trasporto ha annunciato che «dopo 30 anni è stato avviato l’iter tecnico per il rilascio delle certificazioni». A breve il confronto con Comune e Provincia sulla riprogrammazione delle linee

La autostazione di Avellino

L’Air è entrata nel cantiere della Autostazione di Avellino il 30 giugno, prendendo atto dell’avvenuta conclusione dei lavori. Ma è al lavoro per organizzare l’entrata in esercizio da settembre. Lo ha detto il manager Anthony Acconcia, colloquiando con i cronisti al Polo dei Giovani di Avellino, a margine di un convegno promosso dal locale Pd sul tema dello sviluppo. Dopo aver terminato il 16 giugno scorso la costruzione del terminal per i bus urbani ed extraurbani, la ditta prepara il collaudo tecnico amministrativo, mentre sono in corso le attività finali di pulizia dell’area. Il 30 giugno mattina c’è stato il primo incontro tecnico presso l’Autostazione di Avellino, che risulta ormai compiuta.

Anthony Acconcia, l’Amministratore Unico dell’Air Spa, nel cantiere dell’Autostazione di Avellino in via Colombo

Al sopralluogo hanno partecipato l’Amministratore Unico di Air, Anthony Acconcia, i responsabili dell’ufficio tecnico di Air Spa – società che si occupa della realizzazione e gestione delle reti e degli impianti funzionali all’esercizio del Trasporto di persone -, il Rup ingegnere Sergio Casarella, il direttore dei lavori ingegnere Giuseppe Sabini e il responsabile della CoGePa, ingegnere Aldo Supino. «Nel corso del sopralluogo – a cui ne seguiranno altri nei prossimi giorni – è stato definito un cronoprogramma per il rilascio, da parte della ditta appaltatrice, di tutte le certificazioni utili per poter procedere ai collaudi e successivamente avanzare le richieste di autorizzazioni per mettere in funzione l’Autostazione», fa sapere l’AIR attraverso una nota.

L’area di stazionamento dei pullman nei pressi della costruenda autostazione

PUBBLICATA LA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER 50 TRA UFFICI E NEGOZI NEL TERMINAL. Nel frattempo, l’AIR Spa ha pubblicato la manifestazione di interesse per la locazione degli spazi dell’autostazione di Avellino. L’edificio, che si estende su una superficie di oltre 9mila quadrati, accoglierà oltre le funzioni del Terminal Bus, anche attività esterne alle linee di trasporto, quali quelle di tipo commerciale e direzionale. L’autostazione di via Fariello è dotata di una superficie destinata alle attività esterne di 6.770 mq (oltre a 900 mq per uffici) su un totale di 9.760 mq., sono 50 gli spazi riservati a locali commerciali o direzionali. Nelle due gallerie dedicate allo shopping, poste una al livello del piazzale degli autobus e l’altra a livello della hall di ingresso, sono previste rispettivamente 16 e 19 unità (da 48 a 250 mq). Mentre al piano ammezzato altri 15 locali (da 77 a 200 mq) destinati alla vendita diretta o ad attività di servizi.

Lavori in corso per il completamento della Autostazione di Avellino

CONCLUSE LE OPERAZIONI DOPO L’ULTIMO RIAFFIDAMENTO A GENNAIO. L’Air aveva riaffidato i lavori di completamento della Autostazione di Avellino alla Co.Ge.Pa. lo scorso 12 gennaio, dopo aver revocato la procedura di rescissione contrattuale. La ditta Costruzioni Generali Passarelli ha riaperto il cantiere dell’infrastruttura di via Colombo dopo che «il Tribunale di Napoli ha accolto la richiesta della società e concesso il controllo giudiziario», fece sapere l’AIR annunciando allora che per effetto di questa decisione risulta sospesa l’interdittiva antimafia pendente sulla ditta appaltatrice. L’Air Spa, che attendeva una decisione dallo scorso 5 ottobre, nelle more aveva rescisso il contratto per il perdurare della causa ostativa. Poi, in seguito al pronunciamento del Tribunale, ha revocato il recesso contrattuale. L’Azienda spiegò le ragioni del raffinamento dei lavori. «A prevalere sulla decisione, arrivata nella giornata di oggi, la volontà di riprendere quanto prima i lavori, fermi da inizio agosto 2021 ovvero da quando Co.Ge.Pa. – già destinataria ad ottobre e a dicembre 2020 di due interdittive della Prefettura di Napoli e poi riammessa nella white list – era stata fermata dalla decisione del Consiglio di Stato». AIR ricorda che «si tratta di lavori finanziati dalla Regione Campania per un totale di quasi 4 milioni di euro. Di questi 3.2 milioni le opere per il recupero, l’adeguamento e il completamento dell’Autostazione». A gennaio gli uffici dell’Air Spa riconsegnarono il cantiere a Co.Ge.Pa. per eseguire i lavori di completamento, stimati in 1.3 milioni di euro di investimento».

L’ULTIMO APPALTO RISALE AL MAGGIO DEL 2019. Co.Ge.Pa. si era aggiudicata la gara nel maggio 2019, per un importo pari a 3.083.739 di euro. A febbraio 2020 la consegna del cantiere e l’inizio dei lavori. Un mese dopo lo stop a causa della pandemia da Covid-19 e ripresi nel maggio 2020. Ma la prima svolta è del 1997, quando l’allora Sindaco Antonio Di Nunno e l’assessore ai Lavori Pubblici Carmine Di Pietro riuscirono a liberare con una transazione da un rilevante contenzioso il cantiere aperto alla fine degli anni ’80.


LEGGI ANCHE:

Autostazioni di Avellino e Grottaminarda, Air affitta uffici e negozi

Infrastrutture e industria della mobilità in Irpinia, focus della Fiom Cgil con Paolo Scudieri

Positivi al coronavirus in Irpinia 4: l’elenco. In Campania: 272 casi e 3 morti

Open day vaccinale in Irpinia oggi, anche terza dose, ma su prenotazione: link e sedi

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI