Falcone e Borsellino tra memoria e impegno, all’Unisannio riflessione della Procura di Benevento

Nel trentennale delle stragi di Capaci e Via D’Amelio oggi 13 giugno si svolgerà all’Università degli Studi del Sannio un momento di riflessione con la partecipazione di magistrati e rappresentanti delle istituzioni

Nel trentennale delle stragi di Capaci e Via D’Amelio la Procura di Benevento promuove all’Università degli Studi del Sannio un momento di riflessione su Falcone e Borsellino tra memoria e impegno, partendo dall’omaggio alle vittime.

LE STRAGI DEL 1992. Nel 1992 perirono a distanza di poche settimane i giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino e gli uomini delle scorte della Polizia di Stato, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Agostino Catalano, Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e anche prima donna della Polizia di Stato a cadere in servizio), Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Nell’occasione, la Procura della Repubblica di Benevento ha scelto di approfondire il tema: “Memoria e/è Impegno”, offrendo un momento di riflessione, confronto e memoria oggi, 13 giugno, alle ore 16, presso l’Auditorium di Sant’Agostino. del trentesimo anniversario altamente significativo per la storia repubblicana e del Paese

Il Procuratore della Repubblica di Benevento, Aldo Policastro

IL PROCURATORE POLICASTRO: QUELL’IMPEGNO NON VA DISPERSO. «Magistrati, uomini e donne delle Istituzioni, studiosi, studenti e cittadini rifletteranno su un momento storico ben presente nella memoria degli italiani, in una giornata che unirà esperienze e testimonianze. Non dobbiamo disperdere la memoria del sacrificio di chi ha pagato con la vita la sua battaglia contro la criminalità organizzata. Non dobbiamo disperdere il loro impegno», spiega il procuratore Aldo Policastro.

L’INTRODUZIONE TEATRALE. L’iniziativa si aprirà con un evento teatrale orginale, realizzato per l’occasione, intitolato “Con le loro parole” che vedrà la partecipazione della Compagnia Teatrale Stabile di Benevento, Solot, letture a cura degli attori Michelangelo Fetto e Antonio Intorcia, del Centro Danza Carmen Castiello, coreografie ideate e curate da Carmen Castiello e dell’Orchestra del Liceo Musicale Guacci di Benevento, diretta dal Maestro Debora Capitanio.

IL PROGRAMMA DEI LAVORI. Il programma prevede i saluti del Rettore dell’Università degli Studi del Sannio, Gerardo Canfora; del Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Napoli, Luigi Riello; del Prefetto di Benevento, Carlo Torlontano; del Presidente del Tribunale di Benevento, Marilisa Rinaldi; del Sindaco di Benevento, Clemente Mastella; del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Benevento, Stefania Pavone. L’introduzione sarà affidata al Procuratore della Repubblica di Benevento, Aldo Policastro.

A seguire, gli interventi di: Isaia Sales, Saggista; di Antonella Marandola, Professoressa Ordinaria di Diritto Processuale Penale presso l’Università degli Studi del Sannio. Porteranno iI loro contributo: Assunta Tillo, Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati di Benevento; Annalisa Marino, Ispettore Superiore della Polizia di Stato; Alessandra Varricchio, Capo Scout AGESCI zona Samnium. Concluderà Don Luigi Ciotti, Presidente Nazionale Libera. Modera Francesca Ghidini, Giornalista Rai.


LEGGI ANCHE:

Coronavirus nel Sannio, Protezione civile: 105 casi. In Campania: 2.616 positivi e 4 morti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI