«Dimezzati i vaccini alla Campania», De Luca: pronto ad azioni legali

AVVISO AL COMMISSARIO PER L'EMERGENZA: «TUTELARE ANCHE I CAMPANI O AGIREMO NELLE SEDI OPPORTUNE». Il Governatore chiede di applicare «un vaccino anti-Covid-19 per ogni cittadino italiano». E lancia l'allarme: con il taglio deciso in queste ore sono a rischio i richiami

«Sono stati dimezzati i vaccini destinati alla Campania». Lo fa sapere il Governatore Vincenzo De Luca, che ‘avvisa’ il Governo con una nota stampa. «Sono pronto ad azioni legali», spiega.

Vincenzo De Luca, Presidente della Giunta Regionale della Campania

DE LUCA: «TAGLIO INSOSTENIBILE, SI RISCHIA DI COMPROMETTERE LA CAMPAGNA VACCINALE». Nella nota, il Governatore riassume la situazione. «Abbiamo ricevuto nella serata di ieri la comunicazione che le forniture di vaccini prevista per la Campania il giorno 25 gennaio è stata dimezzata, non si capisce in base a quale criterio. Già i ritardi dei giorni scorsi hanno prodotto una forte diminuzione nelle vaccinazioni. Questa ulteriore riduzione di consegne rischia di bloccare del tutto le somministrazioni, determinando una situazione gravissima e inaccettabile».

DE LUCA: «UN SOLO CRITERIO: UN VACCINO PER OGNI CITTADINO». De Luca chiede di garantire il richiamo per le persone già vaccinate. «Siamo consapevoli delle grandi difficoltà create dai forti ritardi della casa produttrice. Ma a maggior ragione è tempo di scelte chiare e oggettive. È indispensabile garantire il completamento dei richiami per i primi vaccinati. Questo può avvenire solo sulla base di un unico criterio oggettivo: un vaccino per ogni cittadino, operando già in questa fase un riequilibrio rispetto alla prima distribuzione di vaccini avvenuta sulla base di criteri fortemente sperequati».

AVVISO AL COMMISSARIO PER L’EMERGENZA: «TUTELARE ANCHE I CAMPANI O AGIREMO NELLE SEDI OPPORTUNE». Ora che sono stati dimezzati i vaccini alla Campania, il Governatore promette di agire sulle conseguenze. Di qui, l’ammonimento al commissario per l’emergenza. «Invito il commissario Arcuri a procedere sulla base di una linea di equità e oggettività assoluta, a tutela dei nostri concittadini e nel rispetto di uno sforzo organizzativo enorme compiuto dalla Regione Campania, e che non può essere vanificato. Siamo pronti, in caso contrario, a tutelarci in ogni sede».

Vaccini Covid a Napoli e in Campania. Iniziata la campagna di immunizzazione

AGGIORNAMENTO VACCINAZIONI ANTI COVID IN ITALIA E NELLE REGIONI (DATO DEL 18 GENNAIO ALLE ORE 21.12): PERSONE VACCINATE 1.167.023. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla vaccinazione contro il nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, le persone a cui è stato somministrato il vaccino in Italia sono 1.167.023 pari all’82,8%. Il dato è aggiornato alle ore 22.46 del 17 gennaio. In Campania sono 103.228 pari al 102,1% su 101.145 dosi consegnate (iniettandone 6 per fiala, anzichè le 5 calcolate come standard dal Ministero). In Italia ne sono arrivate: il 27 dicembre 2020  9.750; dal 30 dicembre al primo gennaio 2021 469.950; dal 5 al 7 gennaio 438.750 (globalmente 918.450 le dosi di vaccino consegnate, somministrate a partire dal 31 dicembre 2020). Si aggiungono 488.475 dosi arrivate l’11 e il 12 gennaio. Di seguito la tabella riepilogativa del Commissario Straordinario per l’Emergenza e del Ministero della Salute.

Report Vaccini Anti COVID-19 del 18 gennaio 2021 alle 21.12. Tabella del Commissario dell’Emergenza e del Ministero della Salute

LEGGI ANCHE:

La Campania è zona gialla fino al 23 gennaio. Dpcm, stop mobilità tra regioni fino al 15 febbraio. Le regole

In Campania i positivi al Covid-19 sono 968 in 24 ore con 42 morti. Le tabelle

 

 

ARTICOLI CORRELATI