«Connettiamo l’Irpinia», Avellino e Ariano: patto ferroviario per la crescita

CONFRONTO NEL CAPOLUOGO STASERA TRA GRAZIANO DELRIO, LUCA CASCONE, GIANLUCA FESTA E ENRICO FRANZA, OGGI 25 NOVEMBRE. Iniziariva dell'Associazione «Ora Avellino» con un ciclo di conferenze sui temi dello sviluppo provinciale a partire dalle infrastrutture per il rilancio dell'industria. Primo focus nell'ex carcere Borbonico

«Connettiamo l'Irpinia», Avellino e Ariano: patto ferroviario per la crescita economica industriale

«Connettiamo l’Irpinia» è la proposta di un piano strategico per sviluppare un politica economica in provincia di Avellino a partire dalle sue principali città, il capoluogo e Ariano Irpino. Nel momento in cui la fase di programmazione di grandi infrastrutture (su tutte quelle ferroviarie dell’alta capacità in Valle Ufita, della elettrificazione della linea Salerno Avellino Benevento con sbocco via Codola sull’alta velocità per il capoluogo irpino) lascia lo spazio ai cantieri, i Sindaci di Avellino e Ariano Irpino devono sedersi allo stesso tavolo per discutere di una visione comune. Con le zone economiche speciali di Pianodardine, Valle Ufita e Calaggio allargate ai Pip di altri 40 Comuni dal protocollo siglato dall’Asi, con il compleramento della strada Lioni Grottaminarda che consente di aggregare anche l’Alta Irpinia, questi territori richiedono una politica industriale comune per creare investimenti su lavoro, ricerca e sviluppo. Di questo si parlerà questa sera ad Avellino al focus «Connettiamo l’Irpinia», promosso dalla Associazione «Ora Avellino», che apre oggi, 25 novembre, un ciclo di confronti tra imprenditori, istituzioni locali, politica e parti sociali per favorire la crescita armonica del territorio provinciale sull’asse Avellino Ariano Irpino – Valli Ufita, Calore, Miscano e Cervaro. Il primo appuntamento promosso dalla Associazione politico-culturale ORA Avellino, di cui Livio Petitto è co fondatore. Sin dagli esordi, l’associazione «sta proponendo un dialogo partecipato per una visione condivisa sul futuro del nostro territorio e, pertanto, avvia ad Avellino un’importante serie d’incontri sui principali temi d’interesse di crescita possibile al fine di creare momenti di incontro e opportunità concrete di confronto con cittadini, mondo imprenditoriale e terzo settore, ovvero quanti interessati», si legge in una nota diffusa dal Presidente Luigi Cucciniello.

Luigi Cucciniello, architetto. Già assessore al Comune di Avellino tra il 2000 e il 2003

«DA AVELLINO AD ARIANO, CONNETTIAMO L’IRPINIA». La prima iniziativa dal titolo «Connettiamo l’Irpinia» è dedicata ai temi strategici delle infrastrutture, dei trasporti e delle interconnessioni al servizio dei cittadini, del lavoro e delle imprese, coinvolgendo politici referenti del settore. Inaugurano l’evento il Presidente Luigi Cucciniello con i saluti del primo cittadino di Avellino Gianluca Festa ed il sindaco di Ariano Irpino Enrico Franza; intervengono alla tavola rotonda: il co-fondatore dell’Associazione irpina Livio Petitto (già protagonista politico come Presidente del Consiglio comunale di Avellino), Luigi Famiglietti e il Presidente della Commissione trasporti, Consigliere della Regione Campania Luca Cascone. La chiusura dei lavori è dedicata all’ospite Graziano Del Rio, Presidente del gruppo Partito Democratico – Camera dei Deputati, già Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Graziano Delrio e Luigi Famiglietti

«L’evento denominato Ora connettiamo l’Irpinia», partirà dal capoluogo per attingere dal territorio», affrontando «il tema del Sistema Irpinia, nelle sue diverse sfaccettature». Al centro del dibattito la proposta e la lettura dei temi, lo stato delle politiche in corso, le opportunità per le eccellenze irpine legate alla valorizzazione del capitale umano ed industriale, il vasto patrimonio materiale/immateriale, culturale ed ambientale di cui può disporre o dispone il territorio. In sostanza, si conclude, «lo scopo è unire in una peculiare visione futura la crescita condivisa e sostenibile allargando la sfera d’ascolto sul territorio, coinvolgendone l’Irpinia tutta, attraverso momenti di confronto continuo».


«Connettiamo l’Irpinia», crescita sull’asse Avellino-Ufita

LEGGI ANCHE:

Alta capacità in Irpinia, il 29 novembre Gentile (Rfi) a Grottaminarda apre il cantiere

La Stazione di Avellino dopo 140 anni ritorna al futuro

Alta capacità, pronto il sì del Ministero Ambiente al progetto della Hirpinia-Orsara. Nel 2026 si smantella la ferrovia attuale del Cervaro

 

 

ARTICOLI CORRELATI