Alto Calore, assemblea per difendere l’acqua pubblica

Iniziativa della associazione Si può e delle altre forze della Sinistra. Presso l'ex chiesa del Carmine sarà possibile anche sottoscrivere la petizione contro la privatizzazione della società di gestione Acs spa

L’associazione Si può e le altre forze della sinistra proseguono nella campagna per l’acqua pubblica con un momento di confronto sul futuro dell’Alto Calore.

Organizzata da Associazione politico-culturale “Si Può”, Possibile, Rifondazione Comunista e Sinistra Italiana, si terrà sabato 26 gennaio alle ore 10.30 un’assemblea pubblica presso la Chiesa del Carmine di Avellino.

“Quale futuro per l’Alto Calore? Acqua pubblica e Azienda speciale”, il tema del confronto.

“Durante l’assemblea pubblica sarà possibile firmare la petizione popolare per il referendum consultivo sull’acqua pubblica e contro i propositi di privatizzazione di Alto Calore, promossa dalle stesse organizzazioni politiche”.

La locandina della assemblea pubblica sul futuro dell’Alto Calore

ARTICOLI CORRELATI