La Cooper lascia Oliveto Citra, 95 a casa. Pd: mobilitazione

Il Circolo Teresa Mattei di Senerchia esprime solidarietà ai lavoratori e chiede un intervento per fermare l'ennesimo caso di delocalizzazione selvaggia da parte delle industrie internazionali in fuga dal Mezzogiorno

Il Circolo Teresa Mattei di Senerchia vicino ai lavoratori della Cooper Standard di Oliveto Citra, dopo la notizia del licenziamento di 95 unità per la delocalizzazione degli stabilimenti. È quanto si legge in una nota.

«La notizia di 95 lavoratori della Cooper Standard di Oliveto Citra è l’ennesimo colpo devastante per un territorio come il nostro che vive un’endemica mancanza di opportunità di lavoro», scrivono in una nota i militanti del Circolo Pd Teresa Mattei di Senerchia.

La Cooper Standard produce guarnizioni in gomma per l’industria automobilistica e per i veicoli commerciali del gruppo Fca.

«Non è accettabile che un’azienda fiorente, con indici di produzione ottimi venga delocalizzata perché a pagare sono sempre e solo i lavoratori, le loro famiglie e intere comunità che quotidianamente lottano contro lo spopolamento», si legge ancora.

«Come circolo Pd ‘Teresa Mattei’ di Senerchia ci spenderemo in una mobilitazione larga che possa ridare dignità al lavoro, ci aspettiamo che le istituzioni locali si impegnino nello stesso senso, ma già ad oggi il silenzio sembra assordante e purtroppo neanche il rischio di 95 licenziamenti sembra smuovere l’apatia».

Secondo il Circolo ‘Teresa Mattei’ «troppo spesso si discute in maniera tanto banale quanto irresponsabile di aree interne, delle loro problematiche e delle loro opportunità. Davanti a processi inaccettabili che impoveriscono materialmente la vita di chi quelle aree interne le vive e le rende ancora luoghi sociali ci aspettiamo lo stesso impegno e la stessa attenzione». concludono i democratici senerchiesi.