Vertenza IIA, gli operai incassano il sostegno della Regione

La struttura tecnica del Governatore De Luca fissa un tavolo tecnico per il 22 giugno, alla presenza di Invitalia, assessorato regionale alle attività produttive, sindacati e una delegazione delle maestranze.


La Regione Campania e il governatore de Luca accolgono le istanze dei lavoratori della ex Irisbus e garantiscono il sostegno per la risoluzione della vertenza al Ministero per lo Sviluppo Economico. La mobilitazione di questa mattina nel piazzale di Santa Lucia a Napoli indetta dalle maestranze dell’azienda di Flumeri ha dato esito positivo: ricevuta la delegazione della Industria Italiana Autobus, il governatore ha assicurato di farsi carico del congelamento degli stabilimenti presso il Ministero del Lavoro e Invitalia.

Al fianco dei lavoratori, anche i confederati provinciali di Cgil, Cisl e Uil Scarpa, Altieri e Galano, schierati al fianco del consiglio di fabbrica guidato da Silvia Curcio.

La questione sarà al centro di un confronto regionale fissato per il 22 giugno, alla presenza dell’assessore alle attività produttive Antonio Marchiello, della commissione regionale incaricata dei rapporti con il Cipe, sigle sindacali e Rsa dell’azienda. De Luca ha assicurato anche la convocazione di Invitalia per chiedere chiarimenti sull’ingresso del nuovo imprenditore che dovrebbe affiancare l’investimento di Del Rosso.

Dopo sette anni di cassa integrazione e innumerevoli battaglie, il consiglio di fabbrica delle maestranze ha ottenuto il Piano dei Trasporti Nazionale, ma rischia di dovere cedere le commesse all’estero per incapacità del sito di mandare avanti la produzione.

Incassato il primo risultato in Regione Campania, una delegazione di operai si prepara al confronto con il neo Ministro Di Maio in capo al Mise, previsto per venerdì ad Avellino, per sollecitare un tavolo ministeriale e il decollo definitivo dello stabilimento.