Caposele inaugura il “cammino delle 7 fontane”: trekking di 13 km

Il vice sindaco Armando Sturchio annuncia l'inaugurazione della passeggiata naturalistica alla vigilia di Ferragosto con 80 partecipanti: "Un nuovo tassello nella strategia per il turismo ambientale che guarda a Senerchia e a Calabritto, ma anche al completamento della linea ferroviaria Eboli- Calitri"

Caposele inaugura il "cammino delle 7 fontane" con un trekking di 13 km

Caposele inaugura il “cammino delle 7 fontane” con un trekking di 13 km. Caposele riscopre il percorso “delle sette fontane” e inaugura per la vigilia di Ferragosto il trekking naturalistico intorno ad un anello concentrico di 13 km: un cammino alla scoperta delle bellezze locali e monumentali del paese, che aggiunge un ulteriore tassello alla strategia turistica in programmazione. Il percorso parte da Fontana Pignuolo e attraversa Fontana San Biagio, Fontana Sarracino, Fontana Cirasulu, Fontana Mauta, Fontana/pozzo r’ Carmnella, Fontana Canale, ovvero le 7 fontane storiche di acqua sorgiva che si incontrano incamminandosi sulle montagne e cingono ettari di castagneti, di boschi, di preziose piantagioni di fagioli e di patate. “Le 7 fontane formano un naturale anello di circa 13 Km e segnano un fantastico percorso per il trekking amatoriale che, nella straordinaria stagione di restrizioni ed impedimenti che stiamo vivendo, rappresenta anche una valida alternativa turistica oltre che di benessere per ognuno di noi” ha spiegato il numero due della giunta Melillo Armando Sturchio. “Negli ultimi anni, queste fontane erano ormai in secca e le strade sterrate, con il tempo, divenute impercorribili. Grazie all’impegno del consigliere Grasso e dell’assessore Di Trolio sono stati eseguiti interventi di pulizia delle radure, recupero dei muri a secco, ripristino dei canali di scolo, recupero delle acque delle fontane mediante il ritrovamento delle vecchie vene oppure mediante la rimozione di radici che ne ostruivano il flusso. Sono stati eseguiti inoltre interventi di pulizia della vegetazione e delle vasche. Sono stati sistemati chilometri di strade sterrate che permetteranno la fruizione moderata di questi luoghi incantevoli ed incontaminati con la giusta cautela ed il dovuto rispetto del luogo e della natura. Nelle prossime settimane verranno anche risistemate e migliorate le aree picnic” continua.

Caposele si inserisce nell’offerta turistica ambientalista e afferra il trend del momento: il trekking all’aria aperta con possibilità di godere di sentieri abbandonati e siti storici dei piccoli borghi. Oltre alle cascate di Senerchia e Calabritto, Caposele chiude il cerchio e lancia il percorso delle fontane coniugando il must di stagione alla valorizzazione della principale risorsa che il territorio offre: l’acqua. “La nostra strategia turistica di lungo termine guarda alla valorizzazione complessiva del territorio, che non si limita ai confini caposelesi ma ragiona in un’ottica comprensoriale e, costruisce tasselli tesi a completare il più ampio disegno di connotazione del paese dell’acqua e delle sorgenti” aggiunge il vice sindaco. “Dopo la salita al Monte Calvello nella notte di San Lorenzo, il 14 agosto affronteremo il percorso ad anello delle fontane con un’ascensione fino a 1280 metri d’altitudine in una fitta vegetazione boschiva. A fine agosto invece ci attende la passeggiata de ‘I sentieri dell’anima’ che va dal Laceno a San Gerardo e anticipa le celebrazioni del Santo di settembre. Siamo pronti ad inserirci in un circuito turistico regionale e in questa direzione va anche la Ciclovia dell’Acqua, con una doppia direttrice che collega Caposele a Lioni, ma anche Caposele a Santa Maria di Leuca con il prolungamento fino ai templi di Paestum. Di qui il nostro vivo interesse al completamento della linea ferroviaria Eboli- Calitri, che consentirà a Caposele di rafforzare la sua posizione baricentrica rispetto al Tirreno e all’Adriatico, non solo dal punto di vista turistico”. Il riferimento di Sturchio è alla politica di promozione dei prodotti dell’enogastronomia locale, che guardano ai Pat, prodotti riconosciuti dal Ministero per le Politiche Agricole, senza escludere prodotti innovativi che concorrerebbero a rafforzare il pregio delle tipicità locali. “La riscoperta dell’Italia interna favorita dall’emergenza sanitaria, ci consentirà di mettere in campo un’offerta ricca e carica di aspettative, capace di ribaltare le sorti dei piccoli paesi e di riequilibrare il rapporto con le aree metropolitane regionali. Il percorso delle 7 fontane ambisce a inserirsi fra le mete di trekking regionale, ma anche sulla rotta dei cammini. Partendo dal pellegrinaggio religioso di Materdomini, su cui pure ci stiamo impegnando in un percorso di valorizzazione e potenziamento dei servizi, vogliamo solcare altri reticoli del turismo, fra cui quello ambientalista. E’ ovvio che per fare questo, abbiamo bisogno di un supporto esterno, che guarda alle infrastrutture viarie e digitali, come la struttura portante dell’edificio che poi spetterà a noi modellare” conclude.

Caposele inaugura il “cammino delle 7 fontane” con un trekking di 13 km

LEGGI ANCHE:

Un pool per riprogettare la Dogana di Avellino, il Comitato: entro settembre la nomina

Positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 585. In Campania i casi salgono a 45. Quarantena per chi viene dall’estero: ordinanza

Corto e a Capo 2020: Nicola Piovani a Venticano

ARTICOLI CORRELATI