Di Cicilia: un polo viario per connettere all’Ufita Ssv Lioni-Grottaminarda e stazione Hirpinia

Alla luce delle garanzie illustrate dal Presidente della Commissione regionale per la Viabilità e Trasporti sulla riapertura dei cantieri per il 20 ottobre, gli amministratori presenti all'incontro di Villamaina hanno esposto le gravi criticità della viabilità interna. Di Cicilia: "L'Unione dei Comuni Terre dell'Ufita si farà carico di promuovere un tavolo con sindaci e Regione per un piano di lavori da candidare alla prossima agenda europea"

Di Cicilia: un polo viario per connettere all'Ufita. Nella foto: il Sindaco di Villamaina Stefania Di Cicilia, accanto al Presidente della Commissione Regionale Trasporti, Luca Cascone e all'ex deputato Luigi Famiglietti

Stafania Di Cicilia annuncia un polo viario per connettere all’Ufita Ssv Lioni-Grottaminarda e stazione Hirpinia. Il Sindaco di Villamaina si dice soddisfatta degli impegni assunti dalla Regione Campania sulle infrastrutture a corredo della strada di scorrimento veloce tra Alta Irpinia e Ufita. Si tratta di un sistema di strade che agevolerà l’accesso a Grottaminarda e al suo scalo ferroviario di alta velocità capacità, la stazione Hirpinia.

SSV Lioni Grottaminarda

IL PROGRAMMA. La ripresa dei lavori della Strada a Scorrimento Veloce Lioni- Grottaminarda dovrà coincidere con l’apertura di una progettazione dal basso da parte dei sindaci per la riqualificazione delle strade collaterali all’infrastruttura, sia per rafforzare il tracciato stradale principale, che per rendere concreto il riammagliamento del territorio intorno all’opera viaria. Gli amministratori dunque, entro la prima decade di ottobre, saranno convocati in un incontro pubblico insieme alla Regione per individuare gli interventi infrastrutturali tesi a migliorare l’accessibilità alla strada, e inserire la progettazione nella nuova programmazione europea. “L’incontro di Villamaina ha consentito a noi amministratori di compiere ulteriori passi in avanti: il presidente della Commissione regionale Trasporti Luca Cascone ci ha assicurato che la prossima settimana si arriverà alla sottoscrizione del concordato fra le imprese e la Regione, e che il 20 ottobre si riaprono i cantieri” ha spiegato il sindaco Stefania Di Cicilia. “Il presidente Cascone ci ha anche esortati a promuovere incontri sul territorio per avviare la pianificazione delle attività da candidare nella prossima agenda europea, un impegno che ho assunto io stessa in qualità di presidente dell’Unione dei Comuni Terre dell’Ufita, che in questo momento è un collante fra la Regione e il territorio: saremo i promotori di un incontro pubblico, che prevediamo di organizzare in concomitanza con la riapertura del cantiere della Lioni- Grotta” continua Di Cicilia.

La platea degli amministratori locali a Villamaina

La viabilità della provincia resta un nodo cruciale da sciogliere, e i sindaci intervenuti all’incontro di Villamaina hanno evidenziato le gravi criticità che insistono nei comuni proprio su quei tracciati che rappresentano la nervatura stradale che dovrà collegarsi alla Lioni- Grottaminarda. Tanti i casi sollevati, da Torella a Villamaina, dove pure in questi giorni sono stati annunciati interventi. Sulla riqualificazione viaria si sono esposti anche i comuni della Baronia, che lavorano da anni alla Fondo Valle Fiumarella per costruire un collegamento rapido con la costruenda stazione dell’alta capacità a Santa Sofia. “E’ arrivato il momento di programmare interventi che mettano in condizione tutti i comuni di facilitare l’accesso all’asse viario e risolvere le criticità della viabilità in generale. Si tratta in sintesi- e conclude- di affiancare il piano di reindustrializzazione a cui stiamo lavorando da tempo, e che non potrà decollare senza i servizi e l’accessibilità infrastrutturale necessaria”.


LEGGI ANCHE:

Piattaforma logistica ad Ariano e Quadrilatero ferro gomma nell’Ufita. Il futuro dell’Irpinia è qui

Lioni Grottaminarda in cantiere a ottobre. Si completa entro il 2022

Lioni Grotta, summit a Villamaima con Regione e imprese: si riparte

“Mettere in sicurezza l’Ofantina”, in Prefettura Comitato Operativo per la Viabilità con Provincia e Anas

 

 

ARTICOLI CORRELATI