Nusco, Biancaniello a De Mita: “Abbiamo contatti con gli altri comuni”

La campagna elettorale nuscana allo sprint finale. Domani le due liste guidate da Ciriaco De Mita e Francesco Biancaniello si pronunceranno sul palco di Ponteromito. Poi venerdì la chiusura nel centro cittadino

Si avvia a conclusione la campagna elettorale della Lista n.1 “Ricominciamo da Nusco”. Domani sera  23 maggio comizio a Ponteromito e venerdì chiusura a Nusco centro. Il candidato sindaco avvocato Francesco Biancaniello incita allo sprint finale. “A Nusco – commenta –  il cambiamento amministrativo oggi è necessario, è fondamentale perché se non lo facciamo ora, domani sarà troppo tardi. Dobbiamo dimostrare subito la nostra intelligenza nel senso di capire quali sono gli avvenimenti della politica vera e lungimirante, metterci in contatto con questa nuova politica per poter essere attrattivi per il reperimento di risorse economiche da poter spendere per la nostra gente, per il nostro sviluppo economico. La nostra è una scelta obbligata se domani vogliamo sedere ai tavoli istituzionali, ai tavoli che contano e dimostrare a testa alta che siamo capaci di cambiamento.

Dobbiamo rinnovare per essere credibili. Dobbiamo dimostrare alle altre comunità che siamo capaci di scegliere tra: o rimanere legati a vecchi schemi di poteri ormai esauriti che hanno definitivamente chiuso una lunga, lunghissima stagione politica oppure iniziare una nuova stagione di azione amministrativa, collaborando senza timori e con fierezza con altre amministrazioni che sono a noi vicine non solo territorialmente ma anche da un punto di vista generazionale. Dobbiamo essere credibili come espressione di un intero popolo e non di una sola persona! Bisogna portare avanti una politica in cui la partecipazione, il coinvolgimento, sono i cardini da cui partire per aggregare ed unire la nostra comunità per poi unirci alle altre comunità per programmare e finalizzare il nostro sviluppo (economico-sociale) in ambito di città-territorio, la Città dell’Alta Irpinia che è tutta da realizzare.

Perché oggi è vincente la politica aggregante, la politica dove tutti gli amministratori concertano, discutono e scelgono progetti unici, dove la voce di uno conterà e si rafforzerà solo se in unione con quella degli altri così avendo forza per rappresentare le necessità ed i bisogni delle nostre zone interne in ambiti più ampi (ambito regionale, nazionale e soprattutto europeo). Va da sè che la politica di chi non è capace di ascoltare, di chi non è capace di concertare, di unire perché vuole imporre la propria idea senza sentire quella degli altri, questo tipo di politica appunto non solo è totalmente fallimentare, (lo abbiamo visto a Nusco in questi ultimi cinque anni) ma soprattutto fortemente avversata dai cittadini sia di Nusco che delle altre comunità.

Oggi i cittadini vogliono capire e partecipare. Noi siamo per la politica dell’aggregazione che presuppone l’ascolto, la condivisione e la concertazione. Con molti di questi nuovi amministratori, nuovi sindaci e nuovi politici già siamo in contatto, già prendiamo insieme il caffè, parliamo, ci ritroviamo in luoghi anche di lavoro, creiamo relazioni, quelle relazioni importanti che calate nella funzione istituzionale che detti amministratori ricoprono, indipendentemente dalla loro rappresentanza politica o partitica, sono utili per poter insieme attrarre risorse per le nostre comunità ed in prospettiva per una città territorio.

Per questi motivi dobbiamo dimostrare a noi stessi, ai nostri giovani e alle altre comunità che abbiamo la forza di chiudere una stagione amministrativa ormai finita ed aprirne una nuova per il bene della nostra Nusco.

ARTICOLI CORRELATI