Centrosinistra, il Pd avvia la fase costituente con Annunziata

LUNEDÌ IL SEGRETARIO REGIONALE DEI DEMOCRATICI AD AVELLINO. Dopo l'avvio del confronto promosso dall'Associazione Controvento, si prepara un tavolo di confronto politico tra le diverse forze politiche

La sede del Coordinamento provinciale PD ad Avellino, in via Tagliamento

Il segretario regionale del Partito Democratico, Leo Annunziata, sarà ad Avellino per l’annunciato confronto con il suo omologo provinciale, Giuseppe Di Guglielmo, prologo ad un riassetto del partito ad Avellino, nell’ottica di un rilancio del Centrosinistra.

Ha confermato l’appuntamento lo stesso segretario Di Guglielmo in una nota, esprimendo la propria posizione. «Lunedì pomeriggio lanceremo la nostra iniziativa come Partito Democratico, per approfondire il lavoro che stiamo già facendo da mesi con i circoli del PD e con i tanti militanti democratici sulle amministrative 2019», si legge nel comunicato.

Il segretario del Pd di Avellino, Giuseppe Di Guglielmo

«Abbiamo deciso di organizzare un incontro nel quale metteremo in campo un percorso di proposizione e di costruzione politica, con la presenza del se

gretario regionale del PD Leo Annunziata», prosegue, spiegando che «il Partito Democratico, seguendo un metodo di apertura, costruirà un patrimonio di idee da mettere a disposizione di un campo di Centrosinistra nuovo, che possa essere un punto di rottura sia con le vecchie nostalgie che con nuovismi vuoti e ondivaghi». Per il segretario provinciale il partito ha «il compito di uscire dall’indistinto per costruire nuove posizioni, nuove speranze e nuove visioni a partire da tutti i comuni al voto e non solo da Avellino».

Ritiene possibile l’apertura di una nuova fase. «Il Pd in città come in provincia c’è, è presente ed è pronto a percorrere un cammino aperto che possa mettere insieme le forze che hanno voglia di governare il presente superando le divisioni personali, le ambizioni individuali e le fratture del passato, per costruire il futuro».

Generoso Picone introduce i lavori al centro sociale davanti alla platea dei rappresentanti delle varie forze del Centrosinistra. Con lui al tavolo, tra gli altri, Gennaro Bellizzi

IL PD PARTECIPA ALL’ADUNATA DI CONTROVENTO. «Domani sarò presente alla seconda assemblea organizzata da Controvento perché i luoghi di dibattito e confronto sono fondamentali per ricominciare a fare politica». La definisce una presenza doverosa. «In questa fase politica complicata abbiamo il dovere, a tutti i livelli, di rimettere in moto un processo di partecipazione che ridia alla politica un valore culturale e sociale di aggregazione che superi le mere aspirazioni di gestione».

IL CANTIERE DELLA COALIZIONE. Con il via libera a Roma sul nuovo tesseramento, deciso da Nicola Zingaretti e sostenuto dalla Direzione nazionale, nei prossimi giorni il partito avellinese si ritroverà a definire un percorso unitario per rafforzare la posizione del segretario provinciale al tavolo di Centrosinistra. Da Roma e da Napoli sono state blindate le alleanze, con indicazione precisa del perimetro possibile (dalla Sinistra al Centro, con civiche solo vincolate da programma coerente e adesione al patto di solidarietà interno all’alleanza), tanto l’utilizzo del simbolo per connotare lo schieramento.


LEGGI ANCHE:

Annunziata: «Pd alla testa del Centrosinistra con il simbolo»

Pd, De Luca: unità in Irpinia per far ripartire il Centrosinistra

Pd, Farina: per Avellino un centrosinistra lontano dalle liturgie

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI