Hirpinia Orsara Bovino, lavori entro Natale: Napoli Bari interamente in cantiere nel 2021

LE DUE TRATTE HIRPINIA ORSARA E ORSARA BOVINO AGGIUDICATE A WEBUILD PER 1,075 MILIARDI E 367 MILIONI AL VIA. Il tracciato si estende complessivanente per 39,8 km (28 + 11,8) prevalentemente in galleria, raddoppiando la linea storica nella confluenza tra le province di Avellino e Foggia

Entro la fine dell’anno si aprono i cantieri delle due tratte Hirpinia Orsara Bovino, aggiudicate alla Webuild nello scorso mese di giugno. Entro Natale, quindi, la linea ferroviaria Alta Velocita’/Alta Capacita’ Napoli-Bari sarà interamente in costruzione. I lotti Orsara – Bovino e Hirpinia – Orsara sono decisivi per dare la piena operatività dei suoi cantieri alla Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane), soddisfatta anche per i recenti riconoscimenti al progetto. Come è stato ricordato al Salone Internazionale dell’edilizia a Bari, l’alta capacità ha ottenuto la certificazione platinum per la tratta Telesino – San Lorenzo, incassando il premio Pimby Green per l’intero collegamento tra Napoli e Bari.

Hirpinia Orsara Bovino, aggiudicati a consorzi guidati dalla Webuild i lavori per la Napoli Bari nei tre lotti

DUE LOTTI PER UN MILIARDO E MEZZO DI INVESTIMENTO. Rfi ha aggiudicato in via definitiva il 22 giugno scorso al Consorzio formato dal Gruppo Webuild (70%) e Pizzarotti (30%) la gara per realizzare la tratta Hirpinia-Orsara per un importo di circa 1,075 miliardi di euro. L’investimento complessivo, al lordo delle altre voci di spesa ammonta a 1,53 miliardi di euro, necessari a realizzare una galleria lunga circa 27 chilometri, sui 28 complessivi della tratta. Con l’appalto della tratta Orsara – Bovino, aggiudicato il 14 giugno per 367 milioni di euro al Consorzio Ordinario di Concorrenti Webuild S.p.A. (con il 70%) – Impresa Pizzarotti & C. S.p.A. – Astaldi S.p.A, l’intera linea Napoli Bari risulta appartata e in gran parte cantierata.

TRATTE FERROVIARIE CHIAVE PER LA SICUREZZA E LA SOSTENIBILITÀ DEI COLLEGAMENTI TRA PUGLIA E CAMPANIA. Questi lavori avranno un impatto decisivo non solo sull’efficienza dell’intero collegamento veloce tra i due Mari Tirreno e Adriatico tra Napoli e Bari, ma anche sulla sicurezza e affidabilità del trasporto ferroviario in un punto delicatissimo di incontro tra le province di Avellino e Foggia. L’intervento completa il nuovo passaggio ferroviario nella Valle del Cervaro. Una volta completato, il passante prevalentemente in galleria, renderà definitivamente sicuro, efficiente e veloce il transito ferroviario tra Campania e Puglia nei pressi di Montaguto, da anni alle prese con la frana che ha compromesso i collegamenti nel 2010, bloccandoli per settimane. In questo senso, si può parlare del segmento Hirpinia Orsara Bovino della Alta capacità di Montaguto attraverso la Valle del Cervaro. Complessivamente le due tratte coprono 39,8 chilometri, in gran parte in galleria. L’opera, inoltre, si inserisce anche nell’ambito della riqualificazione dei trasporti sull’asse trasversale Napoli-Benevento-Foggia-Bari, migliorando l’integrazione della rete ferroviaria del Sud Est con il sistema ad alta velocità capacità, a beneficio della competitività dell’intero Mezzogiorno d’Italia.


Linea ferroviaria ac/av Napoli Bari: i cantieri aperti lungo l’itinerario tra Napoli e Orsara di Puglia – Bovino – Cervaro

ALTA VELOCITÀ / CAPACITÀ NAPOLI – BARI INTERAMENTE APPALTATA. ORA SI COMPLETA LA CANTIERIZZAZIONE. Con l’aggiudicazione della doppia tratta Hrpinia Orsara Bovino, l’alta velocità capacità Napoli Bari è totalmente appaltata, ma entro poche settimane sarà interamente in cantiere. Al momento sono in fase realizzativa le tratte: ‘Napoli-Cancello’, ‘Cancello-Frasso’, ‘Frasso-Telese’, ‘Apice-Hirpinia’. Sono state consegnate le tratte: ‘Telese-San Lorenzo’, ‘San Lorenzo-Vitulano’. Sono state aggiudicate la Hirpinia-Orsara e la Orsara Bovino, prossime alla cantierizzazione.

ORSARA BOVINO ALLA WEBUILD, LE CIFRE DELLA TRATTA. «Il tracciato della Tratta Orsara-Bovino si estende per una lunghezza complessiva di 11,8 km con una velocità compresa tra 200 e 250 km/h e si sviluppa prevalentemente in galleria», ricorda in una nota il Gruppo Webuild. «L’intervento è composto dal raddoppio del binario, interamente in variante rispetto alla Linea Storica; dalla Galleria Orsara, di lunghezza di 9.871 m, in doppia canna a singolo binario; dal collegamento provvisorio a doppio binario con la Linea Storica, velocità di 90 km/h e lunghezza complessiva di 1,08 km; dalla demolizione del corrispondente tratto della Linea Storica».


L'impatto sulla sicurezza
Treno Frecciarossa per le linee di alta velocità

TUTTO IL TRAFFICO SULLA NUOVA FERROVIA DAL 2026: LE CIFRE. L’Alta capacità di Montaguto è decisiva per la Napoli -Bari. La tratta Hirpinia-Orsara sarà interessata complessivamente da un totale di 122 treni al giorno. Ecco le cifre: 54 treni viaggiatori, a lunga percorrenza, con itinerari: Roma – Bari; Milano – Bari (via Caserta); Milano – Bari (via  Afragola); Napoli – Bari; 28 treni regionali con itinerario: Napoli – Foggia; 40 treni merci con itinerario: Marcianise – Foggia. Nel dare parere favorevole al progetto della linea Hirpinia Orsara, la Provincia di Avellino ha chiesto alla Regione Campania e alla Rfi di poter partecipare al tavolo tecnico istituito per programmare e gestire le opere di smantellamento e riconversione della linea ferroviaria storica.

Alta capacità Hirpinia – Orsara – Bovino

DALLA STAZIONE HIRPINIA ALLA ORSARA-BOVINO (INTEGRATA DALLE MODIFICHE RICHIESTE DA MONTAGUTO). La Commissione Via ha avviato lo scorso 21 novembre 2019 l’esame del progetto definitivo della Orsara-Bovino, tratta che comprende in maniera significativa una porzione del suo tracciato nel territorio di Montaguto. Completato il percorso aitorizzativo nella Conferenza di servizi iniziata il 24 luglio dello scorso anno, si attendeva l’aggiudicazione dei lavori arrivata il 14 giugno 2021. L’investimento sulla tratta della Napoli Bari “Orsara Bovino” vale 562 milioni di euro, come detto, si aggiunge al miliardo e mezzo della Hirpinia – Orsara, attualmente in fase di aggiudicazione. Le due tratte, con oltre 35 chilometri in gran parte in galleria, permetteranno di superare definitivamente il problema della frana di Montaguto, sostituendo l’attuale linea ferroviaria, che sarà smantellata dopo il 2023. Il progetto esecutivo della Orsara -Bovino, per richiesta del Consiglio comunale di Montaguto fatto proprio dalla Regione Campania, tiene conto di una serie di migliorie per un assetto maggiormente integrato con il contesto ambientale, di particolare bellezza paesaggistica e di pregio naturalistico. Le opere ricadono nel territorio del Comune di Montaguto (quindi della Provincia di Avellino, in prosecuzione dalla Apice Hirpinia-Orsara), attraversando i Comuni di Orsara di Puglia, di Panni e di Bovino, in Provincia di Foggia. Il 43% del percorso è in galleria (5,5 chilometri), l’8 per cento sono viadotti (1,1 chilometri) e la parte restante è all’aperto.

HIRPINIA-ORSARA-BOVINO, PASSANTE ANTI FRANA: SI SMANTELLA LA LINEA STORICA DOPO IL 2023. L’Alta capacità di Montaguto prevede a livello progettuale le modalità di dismissione della Linea Storica, destinata a perdere l’attuale funzione originaria. Il Progetto per la tratta Hirpinia Orsara prevede che “per tutta la lunghezza della Linea Storica la demolizione e “successiva rimozione di armamento, ballast, sub ballast e trazione elettrica”. E le aree che oggi sono impegnate dalla attuale linea ferroviaria saranno oggetto di due interventi distinti: rinaturalizzazione e riqualificazione urbana. In particolare: tutti i tratti non oggetto di rinaturalizzazione (previsti dalla Regione Campania con il Protocollo di Intesa “per un Programma di interventi di sviluppo e riqualificazione dei territori interessati dalla direttrice ferroviaria Napoli-Bari” sottoscritto da RFI e dalla Regione Campania il 24 ottobre 2018), le aree non più funzionali all’esercizio saranno rese disponibili al riuso e alla riqualificazione urbana. All’interno del Protocollo d’Intesa, “all’art. 3 la “Regione Campania si è impegnata a individuare in modo univoco e definitivo gli interventi che andranno a costituire il ‘Programma di interventi di sviluppo e riqualificazione’, i cui tempi di realizzazione non dovranno influire sul cronoprogramma di realizzazione dell’opera ferroviaria AC/AV Napoli-Bari”. Nella sostanza, la nuova linea ferroviaria consentirà di risolvere il problema del rischio franoso che da anni condiziona i collegamenti ferroviari tra la Puglia e la Campania, culminati nel 2012 nella interruzione della circolazione, durata mesi in attesa della messa in sicurezza non definitiva della zona a Valle di Montaguto.

Ferrovia e strada Statale 90 nei pressi di Montaguto nella Valle del Cervaro, minacciati dalla frana

RIGENERAZIONE AMBIENTALE CON VERDE E PIANTE TIPICHE DEL CERVARO.  Il progetto di riconversione verde della ferrovia storica è già presente nell’elaborato definitivo della nuova linea Hirpinia Orsara. Delinea un sistema di interventi mirato a raggiungere obiettivi precisi di sostenibilità e integrazione nel paesaggio per la vecchia e la nuova ferrovia. Si propone “la riqualificazione dei margini della linea ferroviaria, con l’inserimento di elementi arborei e/o arbustivi disposti a formare filari e/o siepi”, per quel che attiene il passaggio dell’alta capacità. Stabilisce la rinaturalizzazione delle aree intercluse e residuali, comprendendo il tracciato attuale, con il ripristino della vegetazione presso gli imbocchi delle gallerie. Sarà rinaturalizzata l’intera area del progetto con vegetazione caratteristica degli ambiti fluviali e perifluviali.


LEGGI ANCHE:

Alta capacità Napoli-Bari, cantieri tutti operativi a fine anno

Webuild assume 100 giovani ingegneri nel Sud d’Italia

Dalla Bei 2 miliardi per la Napoli Bari: in appalto gli stralci Hirpinia-Orsara-Bovino

Positivi al coronavirus in Irpinia 5: l’elenco. In Campania 253 casi e 7 morti in 24 ore

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI