Agriturist Avellino, salgono le richieste di agriturismo in Irpinia

CONFAGRICOLTURA: «QUEST’ANNO LA VACANZA È ALL’APERTO E IN CAMPAGNA». Mentre luglio e agosto registrano il tutto esaurito in alcune zone del Paese in Irpinia si registra una ripartenza «che compensa le grosse difficoltà dell’annata scorsa»

Salgono le richieste di agriturismo in Irpinia fa sapere Agriturist Avellino, riferimenti di Confagricoltura nel settore. Il trend è in crescita nel contesto più generale della ripresa in atto sul territorio nazionale, dove però non mancano zone d’ombra. «Luglio e agosto registrano il tutto esaurito in alcune zone del Paese, mentre altre stentano e risentono del calo del turismo straniero», afferma Augusto Congionti, presidente di Agriturist (Confagricoltura), facendo un bilancio dell’andamento delle prenotazioni nei 24.000 agriturismi italiani. «L’incertezza sul futuro certamente non aiuta a conciliare la voglia di vacanze con l’emergenza sanitaria. La paura spinge molti stranieri a discendere lo Stivale con la propria auto, fornendo un’opportunità per scoprire le nostre aree interne».

Agriturismo

CALANO GLI STRANIERI MA IL SETTORE TIENE. Secondo Agriturist, gli stranieri sono diminuiti e, «con il dibattito ancora aperto su come arginare le nuove varianti del Covid, si registra a macchia di leopardo perfino qualche disdetta. Ma tutto sommato, possiamo affermare che la vacanza in campagna tiene, anche per le garanzie di sicurezza e distanziamento sociale che sono assicurati negli ampi spazi all’aperto offerti dalle aziende agrituristiche».

IN PROVINCIA DI AVELLINO TREND DELLE PRENOTAZIONI IN CRESCITA. Nella provincia di Avellino Agriturist registra «un forte ritorno nella frequenza degli agriturismi, con ospiti provenienti soprattutto dal napoletano e dal salernitano, che non disdegnano di venire a godere dell’aria, delle bellezze e del buon cibo offerto dalle aziende delle aree interne della Regione». In particolare, «le aziende di Agriturist Avellino, l’Associazione agrituristica di Confagricoltura, ci confermano un trend dell’attività in crescita nella provincia, che compensa le grosse difficoltà dell’annata scorsa, fortemente condizionata dai vari lockdown dovuti alla pandemia». Valutando i dati, il presidente provinciale di Confagricoltura Avellino, Angelo Frattolillo valuta buone le prospettive. «Siamo ottimisti, proprio perché la nostra offerta è unica nel suo genere, e negli agriturismi della nostra bella e ospitale Irpinia siamo pronti ad accogliere sempre più persone».

«QUEST’ANNO LA VACANZA È ALL’APERTO E IN CAMPAGNA». In definitiva, l’appetibilità per Agriturist consiste nel fatto che «un soggiorno in agriturismo non è semplicemente una stanza in campagna dove, magari, si può anche mangiare o acquistare un prodotto tipico. È molto di più, perché consente un’immersione profonda in un territorio, con la sua comunità, le tipicità, la storia, le tradizioni, la biodiversità e i suoi sapori. Oltre alla grande opportunità di conoscere i processi produttivi e la gente rurale, nonché acquistare prodotti agroalimentari freschi e trasformati, a chilometro zero, riscoprendo la genuinità e i sapori veri, oggi spesso assenti dalle nostre tavole».


LEGGI ANCHE:

Confagricoltura a Grottaminarda con una sede per l’Ufita

L’Unione dell’Ufita associa il catasto, Famiglietti (IFEL): gestione delle terre integrata

Turismo sostenibile in Campania, Casucci unisce coste e entroterra

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI