Il Parco Archeologico “Aeclanum” riaperto al pubblico. Gli orari

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino annuncia gli orari per l'accesso al sito, chiuso con il lockdown

Il Parco Archeologico “Aeclanum” di Mirabella Eclano riapre da oggi. Gli orari di accesso al sito

Il Parco Archeologico “Aeclanum” riapre da oggi al pubblico. Ne dà notizia la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino diretta da Francesca Casule. «Oggi, venerdì14 agosto, dal primo pomeriggio fino alle ore 18.30, riapre ai visitatori il Parco Archeologico di Mirabella Eclano, con gli  orari consueti in vigore prima della chiusura per l’emergenza coronavirus». Di seguito il dettaglio.


Gli orari

Il Parco Archeologico “Aeclanum” sarà aperto al pubblico nei seguenti giorni:
14-21-28 agosto 2020 dalle 14.30 alle 18.30
22-29 agosto 2020 dalle 9.00 alle 13.30
17-24-31 agosto 2020 dalle 9.00 alle 13.30
18-25 agosto2020 dalle 14.30 alle 18.30
19-26 agosto 2020 dalle 9.00 alle 13.30
20-27 agosto 2020 CHIUSURA
Nei giorni festivi si osserverà il seguente orario:
15 agosto 2020 dalle 9.00 alle 13.30
16 agosto 2020 dalle 9.00 alle 13.30
23 agosto 2020 dalle 14.30 alle 18.30
30 agosto 2020 dalle 9.00 alle 13.30

Il Parco Archeologico “Aeclanum” di Mirabella Eclano riapre da oggi, 14 agosto

INFORMAZIONI. L’Italia riparte dalle sue bellezze | #MIBACT | #viaggioinitalia | #vacanzeitaliane | Ulteriori informazioni sul sito web www.ambientesa.beniculturali.it info | Tel.: 089 318120 – 089 318192 UFFICIO STAMPA Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino / Funzionario Responsabile Dott. Michele Faiella/ email: [email protected] – Per approfondimenti I luoghi e gli eventi www.beniculturali.it – Numero verde 800 99 11 99 – MiBACT su Youtube, Facebook e Twitter.

Al Museo di Taurasi l’antica Aeclanum tra i vigneti del Calore: un brand per il turismo.
Nella foto: Flavio Castaldo direttore del Mat- Museo Archeologico Taurasi

AL MUSEO DI TAURASI REPERTI DELL’ANTICA AECLANUM. Presso l’antico chiostro di un Convento domenicano, nel cuore della Valle del Calore, il Museo di Taurasi offre una raccolta di reperti dell’antica Aeclanum. Ricostruire la storia millenaria di Taurasi e dell’intera valle del Calore fra i vigneti di pregio del Taurasi Docg è l’obiettivo annunciato dall’archeologo Flavio Castaldo, direttore del Mat -Museo Archeologico Taurasi. La ricchezza di storia, con reperti e testimonianze, a abbinata ai vigneti pregiati del Taurasi, offrono un brand naturale per l’immagine di un suggestivo angolo di Irpinia, oggi in grado di richiamare il turismo internazionale. Tutto con la complicità delle cantine enologiche locali.


LEGGI ANCHE:

Al Museo di Taurasi l’antica Aeclanum tra i vigneti del Calore

ARTICOLI CORRELATI