Sul treno del tempo alla Sagra di Montella

In occasione del primo dei due week end dedicati all'evento, Irpinia Express offre ai visitatori la possibilità di un viaggio nel passato trainati da una autentica locomotiva «Diesel D345» a bordo di carrozze Corbellini per arrivare nel cuore della XXXVII edizione della manifestazione. Il programma degli eventi

Sul treno del tempo alla Sagra di Montella con la locomotiva anni ’70. In occasione del primo dei due week end dedicati all’evento, Irpinia Express offre ai visitatori la possibilità di un viaggio nel passato trainati da una autentica locomotiva degli anni Settanta per arrivare nel cuore della Sagra, dove da 37 anni si celebra la Castagna di Montella IGP. Da oggi, per il primo dei due week end consecutivi dedicati alla castagna, ai piedi dei Monti Picentini si farà festa tra stand di prodotti tipici, musica ed un fitto calendario di appuntamenti. Per l’occasione «si potrà arrivare in treno con uno special guest», scrivono dall’Associazione Inlocomotivi. «Al posto de ‘Le Irpine’, le locomotive caratteristiche della tratta ferroviaria Avellino – Rocchetta SA, il 2 e il 3 novembre ci sarà la Locomotiva Diesel D345, degli anni ‘70, e le carrozze caratteristiche Corbellini». A Montella nel prossimo fine settimana il borgo antico apre le porte «a tutti coloro che vorranno immergersi nella celebrazione del raccolto annuale del prezioso frutto irpino e di molti altri prodotti locali», si legge nel comunicato dell’Associazione. E «a rendere ancor più affascinante l’evento, ci sarà la possibilità di arrivarci con un treno storico, con carrozze d’epoca che vi attenderanno alle stazioni di Benevento e Avellino per attraversare con voi l’affascinante paesaggio autunnale irpino».

L’edizione 2017 della Sagra di Montella
L’Irpinia Express

TRENO DEL TEMPO ALLA SAGRA DI MONTELLA CON VISITA AL CONVOGLIO STORICO E COFFEE BREAK A BORDO. Il personale di ‘InLocoMotivi’ «servirà un piccolo coffee break e sarà a vostra disposizione per ogni informazione», fa sapere l’Associazione, che annuncia «all’arrivo in stazione una piccola sorpresa per in viaggiatori, riservata dall’amministrazione comunale». Inoltre, «le carrozze poi resteranno aperte per permettere la visita del convoglio storico». Sono previsti bus dedicati ai soli viaggiatori in treno, che «vi accompagneranno al borgo e attenderanno il vostro ritorno per riportarvi in stazione a riprendere il treno». L’Associazione Inlocomotivi avverte che  su prenotazione è possibile visitare, con guide della Pro Loco di Montella, il complesso ecclesiastico di San Francesco a Folloni. Occorre prenotare almeno 3 giorni prima scrivendo a info@irpiniaexpress.it. «La visita verrà effettuata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 10», si conclude la nota.


IL PROGRAMMA DELLA SAGRA DELLA CASTAGNA DI MONTELLA 2019: IL CALENDARIO E IL CARTELLONE DEGLI SPETTACOLI. Di seguito le locandine riassuntive del programma allestito dalla Pro Loco e dal Comune di Montella per la XXXVII edizione della “Sagra della castagna Montella Igp 2019”. Ecco il programma completo e il dettaglio degli spettacoli con gli artisti protagonisti dei due week end, a partire da quello che si apre domani, 1 novembre. Per informazioni: Pro Loco di Montella | clicca qui

Locandina Sagra della castagna Montella Igp 2019: il programma completo
Locandina Sagra della castagna Montella Igp 2019, gli spettacoli

Le attività proposte dalla Pro Loco Montella in occasione della Sagra della Castagna (rivolte principalmente ai gruppi organizzati) | il link

Le attività proposte dalla Pro Loco Montella in occasione della Sagra della Castagna e rivolte principalmente ai gruppi organizzati

Locomotiva Diesel D345 – Anni ’70

UNA LOCOMOTIVA CHE HA FATTO LA STORIA DELLA FERROVIA ITALIANA. A proposito della Locomotiva Diesel D345 degli anni ’70, di seguito i cenni storici riportati da Wikipedia. «Dopo l’esperienza positiva maturata con le D.343 e la valutazione dei problemi evidenziatisi con l’esperienza pratica, nel 1970 le Ferrovie dello Stato emisero una nuova ordinazione di 70 locomotive D.345 all’industria privata la costruzione di un’ulteriore serie che tenesse conto di alcune modifiche ed aggiornamenti. Venne riconfermata la potenza installata tipo di 1350 CV e scelta la motorizzazione tipo SSF218 della Fiat, mentre venne abbandonata la motorizzazione Breda-Paxman con l’installazione di un nuovo sistema di raffreddamento più affidabile del tipo Behr a comando e motore oleodinamico azionato termostaticamente. Nel 1973 venne perfezionata un’ulteriore ordinazione di 40 locomotive e due anni dopo di altre 35. Le industrie commissionarie furono la Fiat, la Breda, e la SOFER con gli equipaggiamenti elettrici di Marelli, TIBB e Italtrafo. L’ultima unità della serie venne consegnata a metà del 1979. A partire dal 2009 queste locomotive non ricevono più le revisioni cicliche; sono quindi iniziati gli accantonamenti che seguono la scadenza di revisione o i guasti delle macchine. Alla data del settembre 2015 risultano in esercizio commerciale circa 48 unità tutte atte alla divisione Cargo di Trenitalia».


LEGGI ANCHE: 

Treno Irpinia Express, ecco tutte le date. Riapre la stazione storica di Avellino

La Stazione di Avellino dopo 140 anni ritorna al futuro

 

 

ARTICOLI CORRELATI