Da Avellino a Morra sul treno di Francesco De Sanctis

Il 3 maggio la prima corsa programmata nell'ambito della seconda giornata nazionale promossa da Comodo, "La Ferrovia delle meraviglie"

Da sx: Francesco Celli di Info Irpinia, Luigi Cantamessa direttore generale di Fondazione Fs, Pietro Mitrione di In Loco Motivi, e Modestino Ferraro, dirigente Rfi

A Morra De Sanctis è in partenza il treno didattico promosso dall’Associazione “Inlocomotivi”. Idealmente la scuola irpina sale sulla carrozza del futuro, cogliendo l’opportunità di approfondire la storia ultrasecolare di una delle prime linee ferroviarie italiane, l’Avellino Rocchetta. La seconda Giornata Nazionale delle Ferrovie delle Meraviglie, edizione 2019, avrà un prologo in Irpinia il 3 maggio.

L’iniziativa nazionale si svolge il 4 e 5 maggio, con l’obiettivo di rilanciare “antiche ferrovie e vecchi tracciati con treni storici, ferrovie turistiche o come greenways su cui camminare e pedalare”, si legge in una nota della Associazione di Mobilità Dolce, ‘Comodo’. “Anche quest’anno l’Alleanza Mobilità Dolce si avvale della collaborazione e del patrocinio di Fondazione FS, la società di FS che cura il patrimonio storico, il magnifico Museo di Pietrarsa e realizza tanti treni turistici sui binari senza tempo”, si legge ancora.

In questo contesto la proposta della Associazione InLoco Motivi con i treni didattici lungo la linea irpina Avellino – Rocchetta Sant’Antonio. Quello del 3 maggio è il primo treno da Avellino a Morra de Sanctis. A seguire seguiranno quelli dell’8, dell’11, h il 22 e il 24 maggio. “Tutti i treni avranno mete diverse e sono stati organizzati da InLocoMotivi in accordo con gli istituti scolastici, costruendo un progetto che prepari al viaggio e che continui dopo di esso”, fa sapere Comodo. “Lo scopo è dare opportunità agli studenti non solo di conoscere il patrimonio ma di sperimentare, nell’anno dedicato al turismo lento, proposte di valorizzazione e promozione del paesaggio e del treno storico”.

Francesco De Sanctis

Il tema del primo viaggio didattico è la visita ai luoghi di Francesco De Sanctis, figura centrale nazionale, meridionale e locale, nel processo di integrazione culturale, politica e sociale del Mezzogiorno nell’Italia unità.

Il treno didattico rientra nel quadro del calendario ferroviario turistico presentato martedì scorso ad Avellino dalla Presidente del Consiglio Regionale, Rosetta D’Amelio, presenti i vertici della Associazione Inlocomotivi, Valentina Corvigno e Pietro Mitrione. «Del calendario fanno parte cinque treni didattici che, assieme a ulteriori quattro diretti da Avellino al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa, hanno una valenza particolare in quanto contribuiscono ad accrescere negli studenti irpini la conoscenza della loro terra e la consapevolezza delle sue potenzialità».


Locandina che promuove la Giornata-della Ferrovia delle meraviglie

LEGGI ANCHE:

Treno Irpinia Express, ecco tutte le date. Riapre la stazione storica di Avellino

Rivive a Morra Francesco De Sanctis. In scena la sua vita

 

 

ARTICOLI CORRELATI