Lioni Grottaminarda, Confindustria fa quadrato attorno a Bruno

I componenti del Consiglio di Presidenza  di Confindustria Avellino sostengono il proprio Presidente «nella giusta battaglia che sta conducendo per il completamento di una fondamentale infrastruttura assolutamente necessaria per disegnare un orizzonte di sviluppo in Irpinia», stigmatizzando gli attacchi portati dal Sottosegretario di Stato Carlo Sibilia a mezzo stampa

Confindustria Avellino interviene nella polemica a distanza tra il Sottosegretario di Stato Carlo Sibilia e il Presidente degli Industriali irpini, Giuseppe Bruno, sostenendo il rappresentante apicale dell’associazione.

Con una nota, «i componenti del Consiglio di Presidenza di Confindustria Avellino sostengono il proprio Presidente Giuseppe Bruno nella giusta battaglia che sta conducendo per il completamento dell’arteria Lioni-Grottaminarda, fondamentale infrastruttura assolutamente necessaria per disegnare un orizzonte di sviluppo in Irpinia».

Gli imprenditori di Confindustria Avellino, si legge ancora, «non possono, quindi, rilevare e stigmatizzare i toni con i quali il sottosegretario al Ministero dell’Interno, l’onorevole Carlo Sibilia, ha inteso replicare alle affermazioni di Bruno intervistato lunedì 11 febbraio da ‘Il Mattino’ di Avellino». Si dicono convinti «che dichiarazioni del genere – nei giudizi sommari e sbagliati, nelle valutazioni squilibrate e nelle ricostruzioni storiche parziali – siano esclusivamente il frutto di una reazione scomposta, che non si addice a un rappresentante di governo. Infatti le riflessioni consegnate dal Presidente Bruno hanno  l’unico intento di vedere finalmente realizzata un’infrastruttura che completata migliorerà la qualità della vita dell’intera comunità irpina, aumentando notevolmente gli standard di sicurezza a tutela della privata e pubblica incolumità».

Confindustria chiede di abbassare i toni. «Portare il confronto a un tale livello di polemica non giova a nessuno. E se, da un lato, i componenti del Consiglio di Presidenza di Confindustria Avellino prendono atto dell’annuncio che la Lioni-Grottaminarda non sia in discussione anche dopo la rimozione del commissario Filippo D’Ambrosio, dall’altro ribadiscono – come il Presidente Bruno aveva sostenuto – che il passaggio di competenze al Provveditorato alle Opere Pubbliche rischia davvero di provocare ulteriori ritardi».

Confindustria, quindi, intende precisare lo spirito con cui ha formulato la propria posizione. «Non per creare inutili allarmismi, come il sottosegretario Sibilia teme, ma per confermare l’impegno vigile degli imprenditori Irpini sulla realizzazione di una struttura importante e decisiva».


LEGGI ANCHE:

Carlo Sibilia: «La Lioni Grottaminarda passa al Provveditorato Opere Pubbliche»