Matera 2019, Calitri diventa caso studio dell’Università della Basilicata

Sabato 9 febbraio la giornata studio presso i locali dell'ex Eca di Calitri l'inaugurazione della mostra "Calitri: architettura e paesaggio. Sperimentazioni per il riuso e la rigenerazione urbana" , promossa dall'amministrazione comunale guidata da Michele Di Maio e l'Università della Basilicata

“Calitri: architettura e paesaggio. Sperimentazioni per il riuso e la rigenerazione urbana”. Il Comune di Calitri inaugura la mostra degli studenti dell’Università della Basilicata presso il locali dell’ex Eca e promuove una giornata di studi, aprendo di fatto il sipario delle celebrazioni di Matera 2019, che vedrà il centro altirpino come ‘capitale della cultura europea per un giorno’. Sabato 9 febbraio alle 10.30 sarà presentata la convenzione quadro per attività di collaborazione didattica e scientifica tra l’Università degli Studi della Basilicata-Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo- e il Comune di Calitri.

Il Sindaco di Calitri, Michele Di Maio, con Salvatore Adduce, presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione Matera-Basilicata 2019

“Il tema della giornata di studi è quello della riqualificazione dei centri storici delle nostre regioni, in particolare attraverso interventi di conservazione, recupero e valorizzazione dei patrimoni urbani” si legge nella nota stampa diffusa dal Comune. “La città di Calitri, interessata da difficili questioni ambientali, urbane, economiche e sociali proprie delle realtà medio-piccole del nostro Mezzogiorno, è oggi interessata a riconsiderare la propria identità a partire dalla conoscenza e rivalutazione dei caratteri urbani, architettonici e culturali del proprio centro storico, fortemente colpito nel 1980 dal terremoto che distrusse l’intera regione dell’Irpinia.

Le dinamiche abitative del territorio comunale ed il suo centro storico richiedono di divenire oggi un luogo da re-interpretare e ridisegnare con progetti di rigenerazione urbana, architettonica, sociale, culturale ed economica sostenibili. La giornata di studi, voluta fortemente dal Sindaco di Calitri, Michele Di Maio, e dalla Magnifica Rettrice dell’Università degli Studi della Basilicata, Aurelia Sole, vedrà una successione di interventi e momenti di
confronto a partire dagli interventi di docenti e tutors del Laboratorio di Progettazione II
“Rappresentazione dell’Architettura” del Corso di Studi in Architettura del Dipartimento DiCEM e dagli architetti Domenico Dimichino e Lia Brisacani, responsabili di “Slowfunding srl e placeUP” di Matera.

L’evento sarà, inoltre, l’occasione per presentare un concorso di idee per la riqualificazione urbana di due aree importanti ma fragili della città di Calitri. All’avvio dei lavori verrà inaugurata la mostra dei progetti di architettura elaborati dagli studenti, ricercatori e docenti del Laboratorio di Progettazione II sopra citato. La mostra sarà visitabile fino al 25 Febbraio 2019 sempre presso Casa Ex Eca a Calitri. L’evento è coordinata e curata del Prof. Arch. Antonio Conte e dell’Arch. Phd Gaia Vicentelli.

Interverranno: per i saluti Michele Di Maio Sindaco Calitri, Valentina Viola Sindaco Chiaromonte, Aurelia Sole Magnifica Rettrice UNIBAS, Ferdinando Felice Mirizzi Direttore DiCEM, Antonella Guida Coordinatore Corso di Studi in Architettura. Introdurrà Antonio Conte Responsabile Convenzione Quadro – Coordinatore Laboratorio di Progettazione II.

Gli interventi saranno affidati a: Antonio Bixio Docente Laboratorio di Progettazione II,  Bartolomeo Dichio Docente Laboratorio di Progettazione II, Michele Montemurro Docente Laboratorio di Progettazione II, Antonello Pagliuca Docente Laboratorio di Progettazione II
Marianna Calia Tutor Laboratorio di Progettazione II, Ippolita Mecca Tutor Laboratorio di Progettazione II, Domenico Dimichino – Lia Brisacani _ Responsabili Slowfundingsrl e placeUP. Seguirà il dibattito pubblico e l’apertura della mostra d’architettura.