Novità per i giovani imprenditori agricoli. Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, presente lunedi durante l’appuntamento della CIA Campania (Confederazione Italiana Agricoltori). Diverse le novità garantite nel comparto. Tra le altre, l’istituzione di un marchio unico per la tutela e l’identificazione delle specialità campane in Italia e all’estero. Poi il superamento dell’AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura). Dichiara De Luca infatti: “abbiamo preso la decisione di creare un ente pagatore campano, si paga a Napoli. Non possiamo più fare i viaggi della speranza a Roma, facciamoci un ente pagatore nostro. Ci vorrà un anno, bene. Tra un anno i pagamenti li faremo a Napoli”.

Intanto a febbraio ci sarà la nuova programmazione PSR 2021 – 2027. “La nostra intenzione è ricominciare da febbraio a lavorare sulla nuova programmazione – prosegue il Governatore – Lo faremo aprendo una lotta contro il burocratismo. Quando ci sono norme dettate dall’Ue, allora c’è poco da fare. Ma non ci dobbiamo mettere neanche una virgola di più con province che richiedono cose diverse”.

Pare infatti uno dei maggiori rompicapo per quanti hanno deciso di investire nel settore partecipando alla vecchia programmazione di sviluppo rurale sia rappresentata dalle numerose ottemperanze burocratiche. E dalle relative lungaggini.

L’incontro di ieri ha visto la partecipazione attiva del Governatore. Titolo del convegno: “Agricoltura è un sistema rurale”. A presenziare il presidente di CIA Campania, Alessandro Mastrocinque. Sono intervenuti Vincenzo De Luca, il direttore di Svimez Luca BianchiRossana Zambelli, Direttore Nazionale Cia. Ancora i consiglieri regionali Mino Mortaruolo e Maurizio Petracca, l’avv. Franco Alfieri, Capo Segreteria del Presidente Giunta della Regione Campania. A moderare il direttore di CIA Campania, Mario Grasso.

Si conferma dunque l’attenzione della Regione Campania all’agricoltura. Oltre le nuove assunzioni che riguarderanno la pubblica amministrazione, il Governatore De Luca già durante la visita a Lioni lo scorso 9 gennaio ha posto attenzione sulle imprese agricole. E la sua presenza ieri ai lavori della CIA è garanzia di operatività.

In Irpinia il settore fa registrare un segno “+”. Lanciata da qualche giorno l’Azienda Zootecnica dell’Alta Irpinia-Azai. In tutta la provincia c’è stato poi un boom di nuove aziende agricole. Tant’è che a livello regionale sono stati raggiunti i target di spesa. Adesso si passa alla nuova programmazione. Quello che occorre per lanciare davvero le eccellenze irpine nei mercati esteri “è un importante lavoro sulla comunicazione”, per dirla con parole del professor Mastroberardino.

Intanto il prossimo mese sarà aperto uno spazio espositivo riservato ai prodotti campani a Milano. Sempre il Governatore dichiara: “L’8 febbraio inaugureremo a Milano uno Spazio Campania, una mostra permanente dei prodotti di eccellenza della nostra regione. Abbiamo fittato la sede dell’ex Banca Agricoltura a Piazza Fontana. Dobbiamo puntare sulla qualità e unicità dei nostri prodotti”.