Lioni, ‘Riti di Fuoco’ con 50 stand. Successo per Eugenio Bennato

Con dieci falò, oltre 50 stand, visite guidate al centro storico, incontri culturali, folklore, janare e lupi mannari, il programma della tre giorni infiamma il fine settimana che commemora l'Immacolata

A Lioni è iniziata la tre giorni dei Riti di Fuoco, con dieci falò, oltre 50 stand, visite guidate al centro storico, incontri culturali, folklore, janare e lupi mannari. Fino a domenica un programma all’insegna delle tradizioni del territorio irpino, in un contesto ancestrale di narrazioni, spettacoli, musica, enogastronomia e il concerto di Eugenio Bennato in programma sabato, con grande partecipazione di pubblico. La manifestazione è promossa dalla Pro Loco e dal Comune di Lioni, con la direzione scientifica di Roberto D’Agnese. «L’antica pratica dei falò dell’Immacolata viene riproposta e valorizzata trasformando le strade della cittadina altirpina in vetrina della cultura popolare del territorio», si legge in una nota di Amministrazione comunale e Pro Loco.

Il Sindaco di LIoni, Yuri Gioino

«Riti di fuoco è stato un impegno costante, fin dalla prima fase di costituzione della Pro loco. Una creatura alla quale ci teniamo particolarmente perché generata dall’esperienza individuale con la Madonna de lo Fuoco: è l’espressione di come singolarmente abbiamo vissuto quell’epoca, è la proiezione di un passato che vogliamo rievocare», dichiara la presidente della Pro Loco Lioni, Maria Antonietta Ruggiero. In  questo senso, «il fuoco, il calore, i riti, sono pilastri della nostra esistenza, della nostra vita nel sud del mondo». A chiudere la tre giorni, domenica 9 dicembre alle ore 11 presso la sala consiliare, sarà il convegno «Riti, tradizioni e leggende. L’Irpinia». Dopo i saluti del sindaco Yuri Gioino, di Tony Lucido per Unpli Campania e della presidente del Consiglio regionale della Campania Rosetta D’Amelio, interverranno: Fausta Palmieri (insegnante), Don Tarcisio Gambalonga (parroco di Lioni), Michele Miscia (autore de “La masciara”), Roberto D’Agnese (direttore scientifico) ed Eugenio Bennato. Introduce e coordina Maria Antonietta Ruggiero, presidente Pro Loco Lioni.

Eugenio Bennato sarà il protagonista nel giorno dell’Immacolata della tre giorni Riti di Fuoco

LA VIABILITÀ A LIONI PER L’EVENTO. Dalle ore 9 alle 24 dei giorni 7-8 e 9 dicembre saranno chiuse al traffico le strade interessate dalla manifestazione: Viale IV Novembre, Piazza della Vittoria, Piazza Vittorio Emanuele III, Vico Ricca, Via Ricca, Vico I° Campanile, Via S.T. Capocci, Corso Umberto I°, Vico II Annunziata, Via Trieste, Vico II Corso Umberto I°, Vico I Corso Umberto I°, Vico IV Corso Umberto I°, Via degli Albanesi (Largo degli Albanesi), Via Fiume (Largo Fiume), via G. Diaz, Via Trento (da Piazza XXV Luglio a salire).
L’ordine pubblico e la sicurezza saranno garantiti da Comune di Lioni e Pro Loco Lioni in collaborazione con la Polizia Municipale guidata dal comandante Giuseppe Aiello e i volontari delle associazioni Ekoclub, Pubblica Assistenza e Associazione Alta Irpinia Lioni.


LEGGI ANCHE:

Lioni alza il sipario sui “Riti di fuoco”: magie, leggende e racconti